Appena pubblicato il terzo rapporto dell’Access to Medicine Index (ATM), che misura la performance delle prime 20 aziende farmaceutiche con particolare riguardo al miglioramento dell'accesso ai farmaci e dall’assistenza sanitaria nei paesi in via di sviluppo. Per la terza volta GSK si è classificata al primo posto, segnando il punteggio più alto in quattro categorie: gestione dell'accesso alla medicina, attività di ricerca e sviluppo, capacità di progredire, donazione di farmaci e filantropia.


Commentando l'Indice 2012, Sir Andrew Witty, CEO di GSK ha detto: "Il ranking di GSK nell’ATM è un grande riconoscimento del nostro impegno, del lavoro e della dedizione delle persone in tutta GSK - sia quelle che lavorano per produrre milioni di dosi di vaccini che spediamo ai paesi in via di sviluppo, sia quelle che ricercano nuovi trattamenti per malattie come malaria, dengue e tubercolosi  o il nostro personale, sul posto, in Africa, che ogni giorno contribuisce ad un maggior accesso ai farmaci.


L'Access to Medicine Index è un'importante iniziativa della Fondazione Access to Medicine, un'associazione internazionale senza fini di lucro, fondata nel 2004 e impegnata a migliorare l'accesso ai farmaci. L'indice classifica le singole aziende farmaceutiche in base ai loro sforzi per migliorare l'accesso globale dei medicinali in sette categorie: donazione di farmaci e filantropia, capacità di crescita, brevetti e licenze, equità dei prezzi, ricerca e sviluppo, politiche pubbliche, accesso generale alla gestione dei medicinali.


L'indice - il primo dei quali è stato pubblicato nel 2008, seguito da un secondo nel 2010 - fornisce una valutazione generale di 20 aziende farmaceutiche misurate in una serie di aree strategiche e tecniche. Vengono inoltre analizzate le tendenze del settore per quanto riguarda gli impegni, la trasparenza, la performance e l’innovazione.