Il reumatologo Alberto Migliore diventa presidente di ISPOR Italy- Rome Chapter

Un reumatologo sale alla presidenza di ISPOR Italy- Rome Chapter, una delle due branche italiane di un'importante istituzione internazionale dedicata alla ricerca e alla formazione su tematiche sanitarie e farmacoeconomiche. Stiamo parlando del Dott. Alberto Migliore, che dirige il reparto di reumatologia dell'Ospedale San Pietro Fatebenefratelli di Roma. Questo fatto, abbastanza inusuale, ci ha incuriosito e abbiamo incontrato il dott. Migliore per conoscere meglio questa associazione e sapere da lui cosa intende fare nel corso dei suoi 3 anni di presidenza.

Un reumatologo sale alla presidenza di ISPOR  Italy- Rome Chapter, una delle due branche italiane di un'importante istituzione internazionale dedicata alla ricerca e alla formazione su tematiche sanitarie e farmacoeconomiche. Stiamo parlando del Dott. Alberto Migliore, che dirige il reparto di reumatologia dell'Ospedale San Pietro Fatebenefratelli di Roma. Questo fatto, abbastanza inusuale, ci ha incuriosito e abbiamo incontrato il dott. Migliore per conoscere meglio questa associazione e sapere da lui cosa intende fare nel corso dei suoi 3 anni di presidenza.

Innanzitutto, come mai un reumatologo si interessa di economia sanitaria?
La domanda è giusta e appropriata . Proprio perché l'ISPOR è una società interdisciplinare che vuole diffondere la conoscenza e le metodologia della economia sanitaria ai diversi livelli sociali e soprattutto agli attori del processo decisionale sanitario, il clinico è uno degli attori chiave del processo terapeutico e in modo altrettanto rilevante dovrebbe rientrare con gli strumenti culturali opportuni e quindi di economia sanitaria e farmaceconima nella gestione del processo decisionale sanitario.
Questo oggi è sempre più complesso e articolato dovuto alla molteplicità degli interventi disponibili, all' entità rilevante dei costi dei trattamenti innovativi e alla limitazione delle risorse che devono essere allocate in modo oculato. D'altra parte il clinico è anche colui che può e deve trasferire queste conoscenze e queste metodologie in modo più chiaro e confidente anche alle associazioni dei pazienti.

Inoltre, nell'ambito della mia attività professionale sono stato attratto  dalla metanalisi di tipo probabilistico o network metanalisi come strumento capace di superare l' incomparabilità dei trials randomizzati controllati. Questa è una metodologia che ha trovato  fertile terreno in ISPOR e che  ho usato per in diverse pubblicazioni. Mi sono anche particolarmente interessato alla MCDA (multiple criteria decison analysis) pubblicando un modello di applicazione  a livello clinico, la CMDA (clinical multiple criteria decison assesment).

Un' altro aspetto importante è che il clinico, insieme ai decisori, deve partecipare al disegno di nuove forme di trials (pragmatic trials) che possano  rispondere in maniera più stringente al quesito che i pazienti e il decisore locale si pongono relativamente ai nuovi farmaci immessi sul mercato, ovvero: qual è l' impatto del nuovo trattamento sulla mia popolazione reale?
Per questi motivi la figura del clinico esperto in materia è importante per un'associazione che mira a un coinvolgimento multisettoriale e a una governance  multidisciplinare del processo decisionale sanitario

Che cos'è ISPOR  Italy- Rome Chapter?
L'ISPOR Italy-Rome Chapter è la sezione italiana di ISPOR  (International Society For Pharmacoeconomics and Outcomes Research) società scientifica internazionale estesa a livello globale suddivisa per sezioni continentali e nazionali (chiamati "chapter").
ISPOR nasce dalla necessità di trovare una metodologia scientifica e sistematica per le migliorare e ampliare la accessibilità alle cure dei pazienti, attraverso sistemi obiettivi, scientifici, ripetibili, trasparenti ed etici.

ISPOR è riconosciuta a livello globale come un'autorità preposta alla ricerca dei risultati clinici ,  in possesso di un forte potere decisionale in ambito di assistenza sanitaria la cui finalità è quella del miglioramento continuo dei livelli di salute. ISPOR è presente in oltre 50 Paesi e si componi 20mila membri (www.ispor.org). Tra i membri del direttivo internazionale, l’ISPOR annovera Rosanna Tarricone, professoressa di economia aziendale all’Università degli Studi Bocconi di Milano

Per questo coinvolge tutti gli attori interessati nel processo decisionale della sanità pubblica rispettando i criteri scientifici, obiettivi e possiamo dire universali così come integrando le necessità e  le peculiarità locali. ISPOR ha una vision, mission e piano strategico propri, espressi a livello internazionale e che i diversi  membri cercano di realizzare nel loro territorio di influenza. 

Così ISPOR Italy-Rome Chapter (www.isporitaly.org ) non è altro che la sezione italiana di questo ampio e complesso organismo internazionale. Mi preme quindi sottolineare che Italy-Rome Chapter non è un analogo o una copia di una società scientifica di HTA  o di economia sanitaria perché queste già esistono e svolgono un ottimo lavoro dal punto di vista scientifico e professionale, ISPOR Italy-Rome Chapter ha due caratteristiche fondamentali che  ne caratterizzano la differenza e sono: l'appartenenza ad un organismo internazionale dal quale dipende e al quale pure  contribuisce con  proposte scientifiche culturali e organizzative elaborate in Italia e dall'altra dalla assoluta molteplicità dei suoi membri composta da ricercatori di diverse discipline, decisori, rappresentanti delle industrie, dei pazienti, agenzia di HTA, in altre parole  tutti gli aventi diritto o attori nel processo decisionale della scelta dei trattamenti sanitari

Quali sono  la "mission" e la "vision" dell'ISPOR
La  sua mission  è quella di aumentare l'efficienza, l'efficacia e l'equità con cui vengono impiegate le risorse sanitarie disponibili al fine di migliorare la salute collettiva. Per questo si propone di formare, far crescere e garantire la rappresentanza nella Associazione dei ricercatori, operatori e decisori sanitari, rappresentanti dei pazienti e delle aziende farmaceutiche  interessati alla valutazione economica di farmaci e delle tecnologie sanitarie. Vuole inoltre fungere da punto di collegamento tra tutti glia attori coinvolti nel processo decisionale e valutativo degli interventi sanitari: ricercatori del mondo accademico, clinici, esperti di HTA, associazioni di pazienti, membri dell'industria e decisori sanitari locali, regionali  e nazionali.

IPSOR vuole abbracciare appieno tutti gli aspetti e gli attori in gioco, tale approccio favorisce un miglioramento in senso assoluto degli strumenti a disposizione di chi li utilizza e di chi ne trae beneficio , vi è come obiettivo quello di raggiungere quindi un “approccio globale”.

Qual è il "piano strategico" dell'ISPOR?
Il piano strategico di ISPOR si può dividere in quattro principali ambiti : l'eccellenza nella ricerca , l'informazione, la formazione e il coinvolgimento. Attraverso l'eccellenza  nella ricerca vuole promuovere l'accesso, l'uso appropriato e la comprensione delle opportunità e dei limiti degli interventi sanitari per informare le decisioni in materia di assistenza sanitaria ,  promuovendo lo sviluppo continuo di nuovi e più completi metodi e strumenti di valutazione .

L'attività di formazione sistematica di tutti gli attori è volta ad un piano globale di sviluppo al fine di aumentare la capacità nella ricerca degli outcome coinvolgendo diversità di  discipline e ambiti culturali e sociali. ISPOR vuole essere un efficace promulgatore e diffusore degli outcome di farmacoeconomia e delle relative implicazioni al livello pubblico nell’uso  degli stessi. Collabora e partecipa con le altre autorità al fine di facilitare la applicazione  dei risultati delle ricerche e promuove una diffusa comprensione delle decisioni in materia di assistenza sanitaria, tutto questo mediante delle reti che facilitino la comunicazione e la collaborazione tra i vari membri.

Al fine di un continuo miglioramento modifica e corregge costantemente i metodi sempre più avanzati nella ricerca degli outcome e opera per accrescere l’accettazione del loro utilizzo nel processo decisionale.  Un aspetto importante è il continuo monitoraggio delle nuove tecnologie sanitarie tra cui l’informatizzazione tecnologica e i continui cambiamenti di politica sanitaria nel processo decisionale al fine di individuare i limiti dei metodi  attuali apportando così necessariamente le dovute correzioni e le necessarie migliorie.

Quali sono le prossime atttività  dell'ISPOR  Italy- Rome chapter?
La ricerca scientifica è stata bene prodotta  nel precedente triennio ed esistono cinque progetti che sono reperibili sul sito Web del capitolo e altri progetti a breve saranno iniziati.
Ma in questo momento occorre privilegiare la informazione e la formazione per il coinvolgimento, secondo la visione e la missione di ISPOR, di molti più attori e soprattutto un coinvolgimento consapevole e preparato. Per questo ci muoveremo nel settore dell'informazione sia ad un livello più ampio per il grande pubblico sia ad un livello più selezionato per gli esperti di settore.  A questo riguardo credo che la funzione professionale di PharmaStar sarà importante per noi e spero che ci dia una un aiuto sostanziale.

L'altro aspetto della formazione prevede la traduzione in italiano e la pubblicazione delle linee guida che sono state redatte da ISPOR international in diversi ambiti delle metodologie scientifiche applicate all'economia sanitaria e di conseguenza  formazione a distanza e corsi formativi  diversificati a secondo dell'audience, dai pazienti ai clinici, ai  farmacisti, ai decisori e agli esperti. Questo programma di informazione e di formazione sarà la base per le ottenere un maggior coinvolgimento interdisciplinare di tutti gli attori coinvolti nel processo decisionale. Italy-Rome Chapter  ha un ambito territoriale nazionale e deve anche estendersi alle altre regioni ed è proprio nello spirito della vision  e della mission  di ISPOR  calarsi nei diversi problemi regionali, locali e quindi adattare la sua formazione alle esigenze delle  singole regioni. Dovrà essere stimolo anche a livello regionale per l'integrazione di Accademia, decisori, aziende farmaceutiche, associazione di pazienti e agenzie di HTA. Un altro impegno di ISPOR  Italy- Rome chapter sarà stimolare i membri  e le figure interessate a conoscere meglio le attività dell'ISPOR internazionale  e a  prendervi parte.