La società di servizi IMS Health, la più grande società al mondo nella business analytics del settore farmaceutico, ha incaricato le società finanziarie JPMorgan Chase e Goldman Sachs and Morgan Stanley  di coordinare la sua quotazione alla borsa di New York.

Prevista nel giro di un paio di settimane, la quotazione avverrà attraverso una IPO (initial public offering) con la quale sarà posto in vendita circa il 20% delle azioni a un prezzo unitario compreso tra 18 e 21 dollari. Attraverso l’IPO, la società intende raccogliere dal mercato mezzi per $1,37 miliardi.

Il prezzo finale dell’azienda potrebbe quindi essere di circa to $6.97 miliardi. Considerando anche i debiti, il valore complessivo della società sarebbe di circa $10,6 miliardi, quasi il doppio di quanto pagato nel 2009 dal fondo di investimento texano TPG Capital e del Canada Pension Plan Investment Board, che investirono 5,2 miliardi di dollari. Inoltre, dal 2009, l’azienda ha restituito agli azionisti circa $2 miliardi di dividendi. Alla fine, non ha reso per niente male.

IMS Health è la più importante società di servizi per il mondo dell'healthcare, leader mondiale nella fornitura di informazioni e consulenza alle società farmaceutiche e di dispositivi medici. La società opera in oltre 100 Paesi, tra cui il nostro, e impiega 9500 dipendenti. Nel 2013 ha realizzato un profitto di $82 milioni su $2,54 miliardi di fatturato.

Fondata nel 1954 con il nome di Intercontinental Marketing Services, in seguito diventato IMS Health, la società fin dall'inizio si è dedicata alla raccolta e rielaborazione dei dati di vendita dei farmaci per poi rivendere queste informazioni alle società farmaceutiche e ad altri interlocutori.

Nel 1988, IMS era stata acquisita da The Dun & Bradstreet e poi, dopo uno spin off, era stata quotata in borsa come società separata. Con il tempo, anche per contrastare la contrazione delle vendite dovuta al processo di concentrazione delle aziende farmaceutiche, IMS Health ha sviluppato anche un settore dedicato alla consulenza aziendale.

Da quando è ridiventata una società privata, nel 2010, IMS Health è stata molto attiva acquisendo ben  11 società. Cinque di queste società - Pygargus, Incential Software, 360 Vantage, Semantelli e Appature - sono state acquistate nel 2013. Dal 2009, la società ha registrato una debole crescita del fatturato ma queste acquisizioni, i tagli dei costi e una serie iniziative di ristrutturazione hanno consentito di raggiungere un cash flow  stimato da Moody Investors Service in oltre $ 150 milioni.