Come anticipato qualche settimana fa, IMS Health è stata venduta per la somma di 5,2 miliardi di dollari. Gli acquirenti sono il fondo di investimento texano TPG Capital e il Canada Pension Plan Investment Board. Quest'ultimo è il più importante fondo pensione canadese.

Il prezzo pagato rappresenta un premium price del 31% rispetto all'ultimo valore di borsa della società e del 50% rispetto al valore di borsa di metà ottobre, quando la voce era incominciata a girare. Glia altri potenziali acquirenti erano anche Lake e BC Partners.

Operante in oltre 100 paesi, IMS Health è la più importante società di servizi per il mondo dell'healthcare, leader mondiale nella fornitura di informazioni e consulenza alle società farmaceutiche e di dispositivi medici. Nel corso del 2008 ha registrato un fatturato di 2,3 miliardi di dollari.

Fondata nel 1954 con il nome di Intercontinental Marketing Services, in seguito diventato IMS Health, la società fin dall'inizio si è dedicata alla raccolta e rielaborazione dei dati di vendita dei farmaci per poi rivendere queste informazioni alle società farmaceutiche e ad altri interlocutori.

Nel 1988 IMS era stata acquisita da The Dun & Bradstreet e poi, dopo uno spin off, era stata quotata in borsa come società separata. Negli ultimi 24 mesi le azioni di IMS avevano perso il 40% del loro valore a causa della crisi del settore.

Con il tempo, anche per contrastare la contrazione delle vendite dovuta al processo di concentrazione delle aziende farmaceutiche, IMS Health ha sviluppato anche un settore dedicato alla consulenza aziendale. Di recente la società ha ridotto il personale di circa 1.050 unità, pari al 10% del totale.