Il governo indiano ha permesso a un'azienda locale di produrre un farmaco generico anticancro, copia di uno col brevetto non ancora scaduto, per far sì che possa essere acquistato a prezzi piu' bassi anche dai malati indiani.

Secondo quanto riporta la Bbc, il farmaco, a base di sorafenib e indicato per il trattamento dei pazienti affetti da tumore del fegato e del rene, sara' quindi disponibile per i pazienti indiani al prezzo di 8.800 rupie, cioe' 134 euro, per un pacchetto di 120 compresse, contro i 4.279 euro per la confezione venduta dalla Bayer, l'azienda che detiene il brevetto.

L'India aveva chiesto una norma di commercio che consentisse la produzione di generici da farmaci sotto brevetto, quando questi sono troppo costosi. Questo e' il primo caso in India di un'azienda cui viene concessa una 'licenza coatta' per produrre una farmaco sotto brevetto. L'azienda indiana dovra' pagare il 6% di royalties alla multinazionale detentrice del brevetto (Bayer).

Nel linguaggio tecnico si chiama licenza obbligatoria (in inglese "compulsory license"), quando un governo forza i possessori di un brevetto, un copyright od altri diritti di esclusiva per concedere l'uso per lo stato od altri soggetti. Normalmente i possessori ricevono royalties, determinate per legge o attraverso altre forme di arbitrato.