India, nuova causa da Merck per violazione brevetto farmaci

Business
Dopo il caso Novartis, un'altra multinazionale farmaceutica inizia una battaglia legale in India. Stavolta è' Merck a fare ricorso all'Alta Corte di Delhi per la presunta violazione del brevetto dei propri antidiabetici Januvia e Janumet da parte del produttore di generici Glenmark che, come riporta il Times of India, ha lanciato sul mercato i medicinali equivalenti la scorsa settimana.

I due farmaci sono stati lanciati nel paese nel 2008, e sono fra le molecole piu' vendute, con una platea potenziale di 65 milioni di pazienti. Il brevetto non è ancora scaduto, ma la Glenmark ha sfruttato un clausola nella legge indiana, che autorizza l'immissione in commercio dei generici a quattro anni dal lancio dei 'griffati', per lanciare i suoi equivalenti, Zita e Zita Met, ad un costo inferiore del 20%: ''Siamo convinti che i nostri brevetti su Januvia e Janumet siano validi ed esigibili - ha affermato al quotidiano un portavoce di Merck - e siamo delusi della decisione di Glenmark che infrange direttamente la nostra proprieta' intellettuale''.

La nuova causa arriva due giorni dopo la decisione della corte indiana di non concedere il brevetto sull'antitumorale Glivec prodotto dalla Novartis.

Nel passato, altre due azioni legali simili a quella di Merck sono state tentate da altre due multinazionali, in un caso con esito favorevole all'azienda indiana mentre l'altro caso è ancora in discussione.