Janssen Pharmaceuticals, la società tedesca Evotec  e l’Università di Harvard hanno formato un accorto per lo sviluppo di piccole molecole e farmaci biologici in grado di favorire la rigenerazione delle cellule beta del pancreas produttrici di insulina. Il nuovo progetto prende il nome di CureBeta.

In base all’accordo, Janssen avrà l’accesso esclusivo a una serie di molecole candidate, disegnate per favorire la rigenerazione delle cellule beta del pancreas produttrici di insulina. Le nuove molecole sono state identificate dagli scienziati dell’Università di Harvard e analizzate in collaborazione con gli esperti di Evotec.

Secondo i termini finanziari dell’accordo, Janssen verserà a Evotec e all’Università di Harvard 8 milioni di dollari per acquistare i diritti delle nuove molecole. Evotec e Harvard si potranno dividere 200-300 milioni di dollari per molecola che verranno pagati da Janssen al raggiungimento di determinate milestones, più royalty sulle vendite.

L'iniziativa CureBeta è stata istituita nel 2011 dall’Università di Harvard, dall'Howard Hughes Medical Institute (HHMI) e da Evotec per sfruttare le risorse e le competenze del settore industriale e del mondo accademico allo scopo di identificare nuovi bersagli terapeutici per la cura del diabete. Con il nuovo accordo Janssen Pharmaceuticals offrirà la sua esperienza nello sviluppo clinico dei farmaci e le sue capacità di marketing.