Janssen ha annunciato di rinunciare a far valere i propri diritti brevettuali dell’antiretrovirale darunavir, a condizione che il farmaco generico corrispondente dia tutte le garanzie di sicurezza ed efficacia e venga impiegato esclusivamente in contesti in cui le risorse economiche siano limitate.

L’annuncio rassicura i produttori di generici di darunavir presenti in Africa Sub-Sahariana e nei Paesi meno sviluppati circa il rischio di essere accusati da Janssen di violazione dei propri diritti  brevettuali su darunavir, farmaco il cui brevetto non è ancora scaduto. 

Questa nuova politica anticipa un futuro aumento della necessità di generici di darunavir a prezzi accessibili per il trattamento di pazienti sieropositivi in contesti difficili.

Somministrato insieme a ritonavir e in associazione ad altri antiretrovirali, darunavir è attualmente indicato nei pazienti sieropositivi pluritrattati (di terza linea) nell’Africa Sub-Sahariana ed è consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Darunavir è, inoltre, indicato in diverse Linee Guida nazionali dell’Africa Sub-Sahariana come trattamento dell’infezione da HIV nei pazienti pluritrattati.

Le uniche condizioni poste da Janssen sono che la molecola genericata sia fornita da produttori di qualità, sia sicura ed efficace da un punto di vista medico e impiegata esclusivamente nei contesti definiti. Permane la responsabilità dei produttori di ottenere le necessarie autorizzazioni dagli altri titolari di brevetti su darunavir e dalle Autorità Sanitarie, ove richieste.