Business

Johnson & Johnson compra Actelion per $30 mld (tranne R&D)

Johnson & Johnson ha raggiunto un accordo per acquisire la società biotecnologica elvetica Actelion Pharmaceuticals per 30 miliardi di dollari in contanti. L'operazione sarà accompagnata da uno spin-off delle attività di ricerca e sviluppo del gruppo biofarmaceutico svizzero.

Johnson & Johnson ha raggiunto un accordo per acquisire la società biotecnologica elvetica Actelion Pharmaceuticals per 30 miliardi di dollari in contanti. L’operazione sarà accompagnata da uno spin-off delle attività di ricerca e sviluppo del gruppo biofarmaceutico svizzero.

L'accordo consente alla multinazionale statunitense di avere accesso al portafoglio di farmaci contro le malattie rare sviluppato da Actelion.

L’accordo prevede nel dettaglio che gli azionisti di Actelion ricevano per ogni loro azione 280 dollari in contanti. Si tratta di un premio del 23% rispetto al prezzo di chiusura di borsa di ieri.

Nei primi 9 mesi del 2016, Actelion ha registrato ricavi per $1,8 miliardi. L’ingresso di Actelion avrà un impatto immediato sulle vendite e i profitti di JnJ; nel 2017 si stima che il profitto per azione (EPS) di JnJ, a causa dell’ingresso di Actelion possa incrementare di 35-40 centesimi di dollaro.

Attraverso l'acquisizione di Actelion, Johnson & Johnson entra in pssesso dei farmaci attualmente più utilizzati per la terapia dell'ipertensione arteriosa polmonare, tra cui Opsumit (macitentan), Uptravi (selexipag) e Tracleer (bosentan). Inoltre, l'azienda americana ottiene i diritti di ponesimod, un modulatore del recettore S1P1 in Fase III di sviluppo per la sclerosi multipla e di cadazolid, un antibiotico in fase avanzata di sviluppo per diarrea associata alla infezione da Clostridium difficile.

Però, Johnosn & Johnson non compera tutta Actelion. L'operazione prevede infatti che Actelion scorpori le attività di discovery e i prodotti nelle primissime fasi di sviluppo clinico creando una nuova società denominata per il momento R&D NewCo, di cui Johnson & Johnson deterrà inizialmente il 16% con l'opzione per acquisire un ulteriore 16%. Gli azionisti di Actelion riceveranno per ogni loro azione, un’azione della nuova società di ricerca e sviluppo, che sarà guidata da Jean-Paul Clozel, il fondatore di Actelion.

Inoltre, Johnson & Johnson avrà un’opzione su ACT-132577, un prodotto della nuova R&D NewCo sviluppato per il trattamento dell’ipertensione resistente e che attualmente è in fase II del suo sviluppo clinico.

Actelion è stata fondata nel 1996, quando alcuni dipendenti di Roche hanno deciso di sviluppare autonomamente un trattamento pionieristica per l’ipertensione sul quale il gigante farmaceutico svizzero aveva prefeito non investire ulteriormente.

Dopo alcune difficoltà iniziali, il successo per Actelion arriva nel 2001 con Tracleer (bosentan), un trattamento per l'ipertensione arteriosa polmonare lanciato subito dopo la quotazione di borsa della (allora) piccola biotech. Per quasi un decennio questo farmaco ha sospinto di crescita del valore delle azioni di Actelion.

Nel 2011, il fondo di investimento speculativo Elliott aveva cercato di forzare una vendita della società, sostenendo che Actelion non aveva la capacità di R & S per sostituire le vendite di Tracleer dopo la sua genericazione. Queste richieste furono respinte.

Il brevetto di Tracleer è scaduto nel 2015, ma Actelion è riuscita a sostituire le vendite perse con nuove vendite generate dai due successori di questo farmaco, Opsumit (macicentan) e Uptravi (selexipag). Quest’ultimo è stato lanciato da poco negli Usa.


SEZIONE DOWNLOAD