La piccola biotech Philogen con sede e laboratori a Siena ha stipulato con Pfizer un nuovo accordo di opzione e licenza per lo sviluppo e la commercializzazione di più coniugati farmaco-anticorpi e nanoparticelle targettizzate.

Una delle vie più recenti per lo sviluppo di nuovi farmaci oncologici è quella degli anticorpi monoclonali cosiddetti “coniugati” in quanto ad essi vengono “legate” delle molecole citotossiche in grado di “uccidere” in modo selettivo le cellule riconosciute dall’anticorpo. Grazie alla loro natura di farmaci mirati, gli anticorpi coniugati consentono la somministrazione di un agente citotossico altamente potente, altrimenti intollerabile.

“Siamo molto soddisfatti di rafforzare la partnership già esistente con Pfizer - commenta Duccio Neri, amministratore delegato di Philogen -. Questo nuovo accordo mette insieme gli anticorpi convalidati di Philogen con la vasta competenza in campo chimico e clinico di Pfizer e mira ad accelerare il potenziale di sviluppo di nuovi coniugati farmaco-anticorpi (ADCs, Antibody-Drug Conjugates) in fase clinica. Il settore sta registrando un crescente interesse per le tecnologie ADC e questo accordo con Pfizer sottolinea il notevole potenziale di questi composti”.

“L’accordo con Philogen riflette l'impegno di Pfizer a collaborare al miglioramento della tecnologia ADC affinché abbia il potenziale di accelerare il rilascio di nuovi farmaci innovativi per i malati di cancro" afferma Robert Abraham, vicepresidente e responsabile scientifico dell’unità di ricerca oncologica di Pfizer.

Secondo i termini dell'accordo, Philogen possiede i diritti esclusivi per perseguire lo sviluppo di alcune ADCs e nanoparticelle guidate. Pfizer sarà responsabile della ricerca e sviluppo e della potenziale commercializzazione di molecole candidate.

Nel gennaio 2013, Philogen e Pfizer avevano concluso un accordo di licenza esclusiva per l’ “anticorpo armato" Dekavil, in base al quale Pfizer sta esplorando l'attività di Dekavil per le malattie autoimmuni.

l farmaco è formato da un anticorpo che veicola selettivamente l'interleuchina 10 (IL-10), una citochina immunoregolatoria, direttamente sui tessuti infiammati. A differenza dei medicinali tradizionali, che funzionano sopprimendo il sistema immunitario, Dekavil agisce modulando effetti antiinfiammatori solo nell'area interessata, evitando così effetti collaterali nei tessuti sani, e potenzialmente ricostituendo la normale funzione immunologica.

Philogen è un’azienda biotecnologica impegnata nella scoperta e sviluppo clinico di prodotti biofarmaceutici per il trattamento di malattie associate ad angiogenesi. La strategia di Philogen è quella di veicolare agenti bioattivi, quali per esempio citochine, radionuclidi o farmaci, sul sito malato usando anticorpi e altri leganti che riconoscono specificamente antigeni dello stroma. Philogen è stata una pioniera di questa strategia avendo pubblicato fin dal 1997 in prestigiose riviste di settore le prime dimostrazioni di efficacia. Questa tecnologia ha permesso a Philogen di generare una ricca pipeline dotata di cinque prodotti bio-farmaceutici attualmente in sperimentazione clinica di Fase I/II nel campo dell’oncologia mirati alla e dell’infiammazione.