La danese Leo Pharma ha siglato un accordo del valore di 287,5 milioni di dollari per l'acquisizione della biotech Peplin, un società australiana specializzata nello sviluppo di nuovi farmaci dermatologici.

Leo Pharma entra in possesso di ingenol mebutate, un farmaco sperimentale studiato per la cheratosi attinica, conosciuto con la sigla PEP005. Il prodotto, attualmente è in fase III, si presenta sotto forma di gel ed è un derivato della linfa di Euphorbia peplus. REGION-1, il primo studio di fase III, è già stato completato.

Leo Pharma è una società danese specializzata in farmaci per la dermatologia e le emergenze ospedaliere. Nel 2008 la società ha generato un fatturato di circa 1 miliardo di dollari (+9% sul 2007).

Peplin è un'azienda australiana fondata nel 1998 per valutare l'efficacia della linfa di Euphorbia peplus utilizzata nella tradizione popolare per le sue proprietà curative nei confronti delle lesioni della cute.
La cheratosi attinica rappresenta la più comune delle precancerosi cutanee, ossia lesioni di per sé benigne ma con potenzialità di evolvere in carcinoma. Le cheratosi attiniche sono lesioni singole o multiple del colore della pelle normale o gialle.