Eli Lilly and Company ha annunciato che, sulla base dei risultati positivi di fase 2, ha acquisito tutti i diritti di sviluppo dell’anticorpo per il peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) attualmente in studio come potenziale terapia per la prevenzione dell’emicrania frequente e ricorrente.

Il CGRP è un neuropeptide sensoriale con effetto vascolare e pro infammatorio, due processi coinvolti nelle cefalee. L’anticorpo acquisito da Lilly è di tipo biologico, per iniezione subcutanea, che inibisce l’attività del CGRP, il quale viene rilasciato durante l’attivazione dei neuroni sensoriali coinvolti nella trasmissione del dolore.

La nuova molecola (LY2951742) è stata scoperta da ricercatori Lilly, in seguito il brevetto è stato concesso alla Arteaus Therapeutics per lo sviluppo attraverso lo studio clinico  proof-of-concept. I termini economici dell’accordo non sono stati divulgati.

Arteaus è stata creata nel 2011 con un investimento di $18 milioni di dollari effettuato dalle società Atlas Venture e OrbiMed, subito dopo aver acquisito da Lilly i diritti di sviluppo dell’anticorpo CGRP. La cessione a Arteaus è parte della strategia alternativa di risk-sharing di Lilly, che comprende la partecipazione nel Capital Funds Portfolio. Il Capital Funds Portfolio include società virtuali project-focused, finanziati da fondi di investimento indipendenti che acquisiscono molecole in fase iniziale da sviluppare attraverso lo studio proof-of-concept (uno o più studi clinici disegnati per determinare il potenziale della molecola). Se mostra efficacia, la molecola e/o i diritti di sviluppo sono messi in vendita a una società farmaceutica.

“Delle nove società project-focused che sono attualmente nel Capital Funds Portfolio, Arteaus è la prima a raggiungere il proof-of-concept e a dare risultati positivi. Attraverso questa strategia, società di investimento indipendenti e aziende hanno a disposizione un modo unico di accesso, condivisione del rischio, espansione delle risorse per lo sviluppo di nuove molecole, come ad esempio l’anticorpo CGRP, che possa rendere più veloce il percorso con il quale si rendono disponibili ai pazienti le terapie efficaci di cui sono in attesa” ha dichiarato Jan M. Lundberg, Ph.D, Executive Vice President for Science and Technology and President, Lilly Research Laboratories.

“Le neuroscienze rimangono un ambito fondamentale per Lilly, e fare in modo che i pazienti abbiano accesso a trattamenti innovativi è la nostra priorità. L’emicrania è una condizione debilitante e  le persone che ne soffrono hanno bisogno di approcci terapeutici nuovi e più efficaci”.

Come risultato dell’acquisizione dell’anticorpo CGRP, nel quarto quarter 2013 Lilly prevede una spesa di circa 57.1 milioni di dolari (pre-tax), o circa 0.03 dollari per azione (after-tax).