Sarà basato in Irlanda, a Cork, il nuovo "European Financial Services Centre" di Eli Lilly. A regime occuperà circa 100 persone e gestirà reattività finanziarie per tutte le filiali europee. Sarà pienamente operativo dal 2011. Nelle vicinanze di Cork l'azienda già possiede un impianto produttivo che occupa circa 450 persone.

La disponibilità di forza lavoro qualificata e il vantaggio di conoscere la lingua universale per gli affari, l'inglese, hanno reso questa scelta quasi obbligata, senza dimenticare la flessibilità della forza lavoro e i vantaggi fiscali concessi dal paese per attrarre nuovi investimenti.
La centralizzazione dei servizi, quando come nel caso della finanza non è opportuna una loro esternalizzazione, è una delle strade per risparmiare sui costi di gestione.

Lilly non è la prima azienda farmaceutica a fare questa scelta, altre società come Pfizer e Bristol Myers l'hanno preceduta.
Recentemente, sulla base di analoghe considerazioni, Merck ha scelto Dublino come base per il centro servizi che si occuperà di tutte le filiali di Europa, Medio Oriente e Africa e che occuperà 150 persone.