Nuovo accordo per la società privata Catalyst.  Poche settimane fa si è alleata con Wyeth per un nuovo fattore VIIa della coagulazione per la terapia dell'emofilia. Adesso ha siglato un'alleanza con MedImmune, società interamente controllata da AstraZeneca, per lo sviluppo di nuovi target  terapeutici per la cura dell'infiammazione e delle malattie autoimmuni.

I termini finanziari non sono stati resi completamente noti, Catalyst ha comunicato che l'accordo potrebbe derivarle fino a un massimo di 195 milioni di dollari.
Catalyst ha sviluppato una nuova generazione di proteasi denominate Alterasi, enzimi in grado di degradare o modulare le proteine coinvolte nell'emofilia e nelle malattie infiammatorie.
L'accordo rivela l'impegno di AstraZeneca/MedImmune per sviluppare farmaci anche diversi dagli anticorpi monoclonali.