Due mesi fa la tedesca Merck KGaA aveva annunciato che ci sarebbero stati dei tagli consistenti per allineare il business alle nuove esigenze di contenimento dei costi. Adesso dalle parole si inizia a passare ai fatti e oggi l’azienda ha annunciato la chiusura del quartier generale di Serono situato a Ginevra, in Svizzera.

Tutte le funzioni che adesso vengono svolte nel quartier generale svizzero verranno fatte confluire nella sede centrale dell’azienda, situata in Germania, a Darmstadt. Anche una serie di funzioni che hanno a che fare con la R&S dei farmaci verranno spostate nelle sedi dell’azienda situate nella stessa Darmstadt, a Boston, e a Beijing, in Cina. Il trasferimento non sarà cosa da poco perché interesserà 750 persone che dalla sede Svizzera dovranno spostarsi altrove. In tutto, il centro direzionale occupa circa 1200 persone, a parte i trasferiti, per gli altri 580 non ci sarà posto nella nuova organizzazione.

Verrà anche riorganizzata la produzione dei tre stabilimenti svizzeri situati a Aubonne e Corsier-sur-Vevey (nel cantone di  Vaud) e a Coinsins; complessivamente sono previsti altri 80 esuberi.

Queste variazioni organizzative inizieranno nella seconda parte del 2012 e dovranno essere completate entro la prima metà del 2013.

Quello di Ginevra era il quartier generale dell’italo svizzera Serono che nel 2006 fu ceduta per 13,3 miliardi di dollari dalla famiglia Bertarelli al gruppo farmaceutico tedesco Merck KGaA. Adesso si chiude definitivamente un’era per il marchio Serono che era nato il  10 marzo 1906 quando l’azienda venne fondata a Roma dal professor Cesare Serono.

Secondo le stime di Barclays Capital, se il piano di ristrutturazione sarà portato a termine in maniera completa, la riorganizzazione dovrebbe portare a risparmi per circa 95 milioni di dollari l’anno, sulla base di una stima di costo annuo per dipendente di circa 120mila euro.

Il quartier generale di Ginevra è un centro avveniristico che era stato completato al momento della vendita di Serono a Merck KGaA. Progettato dall’architetto Helmut Jahn, il centro si sviluppa su circa 50mila metri quadri e si stima all'epoca fosse costato 1,25 miliardi di dollari. Veramente altri tempi.