La californiana Anacor Pharmaceuticals si è vista restituire da Merck & Co i diritti mondiali per lo sviluppo di AN2690, un nuovo antifungino topico sviluppato per le onicomicosi, una patologia che si stima affligga circa 35 milioni di americani. La decisione deriva da una riorganizzazione del portafoglio prodotti della nuova Merck che ha determinato la dismissione dei farmaci a minor potenziale. Il farmaco ha un meccanismo d'azione innovativo e ha come target l'enzima leucyl-transfer RNA synthetase,  che esercita un ruolo chiave nella sintesi della parte fungina.

Merck si era ritrovata il prodotto grazie all'acquisizione di Schering-Plough. Quest'ultima, nel 2007, aveva concordato l'acquisizione dei diritti sul farmaco con un esborso di $50 milioni, più atri $575 milioni a fronte del superamento di milestones commerciali e regolatorie. Adesso il farmaco ha completato la fase II e sarebbe pronto per la fase III. Adesso Anacor cercherà un nuovo partner per completare lo sviluppo.