Mini anticorpi monoclonali al centro di accordo da $790 milioni fra Takeda e Crescendo Biologics

Crescendo Biologics, un piccola biotech britannica con sede a Cambridge, ha annunciato di aver siglato un contratto con Takeda Pharmaceutical che potrebbe avere un valore massimo di $ 790 milioni. Al centro dell'affare la piattaforma tecnologica Humabody di Crescendo che sarà utilizzata per scoprire e ottimizzare nuovi candidati farmaci diretti contro bersagli multipli scelti da Takeda. La piattaforma tecnologica si concentra su un topo transgenico brevettato, che consente di sviluppare Humabodies, molecole simili agli anticorpi monoclonali, ma di piccole dimensioni, meno costose.

Crescendo Biologics, un piccola biotech britannica con sede a Cambridge, ha annunciato di aver siglato un contratto con Takeda Pharmaceutical  che potrebbe avere un valore massimo di  $ 790 milioni

Al centro dell’affare la piattaforma tecnologica Humabody di Crescendo che sarà utilizzata per scoprire e ottimizzare nuovi candidati farmaci diretti contro bersagli multipli scelti da Takeda. La piattaforma tecnologica si concentra su un topo transgenico brevettato, che consente di sviluppare Humabodies, molecole simili agli anticorpi monoclonali, ma di piccole dimensioni, meno costose.

Secondo la società, l'offerta  consente di generare prodotti modulari e su misura per target nuovi e multidimensionali.

Crescendo riceverà fino a $ 36 milioni sotto forma di pagamenti anticipato, investimenti, finanziamento della ricerca e milestones precliniche. Takeda manterrà il diritto di sviluppare e commercializzare terapie Humabody-based che verranno prodotte grazie alla collaborazione. Crescendo avrà il diritto di ricevere pagamenti fino a $ 754 milioni al superamento di milestone predertiminate, così come royalties su ogni farmaco venduto da Takeda e basato sulla tecnologia Humabody.

"Vediamo un potenziale significativo in Crescendo e nella sua tecnologia innovativa per sviluppare terapie uniche, piccole e personalizzabili, Humabody-based", ha detto Andrew Plum, direttore medico e scientifico di Takeda. "Le collaborazioni sono fondamentali per aiutare a raggiungere il nostro obiettivo aspirazionale di curare il cancro. Lavorando insieme con Crescendo potremo sfruttare la sua importante tecnologia per sostenere l'obiettivo di Takeda di sviluppare nuova generazione, altamente modulare e terapie mirate per il trattamento del cancro. "

Il 28 settembre, Crescendo ha annunciato che alla sua nuova tecnologia a base di topi transgenici (Crescendo Mouse) era stato concesso il brevetto No. 9.439.405. Questo topo brevettato produce anticorpi senza catene funzionali lambda endogene a causa delle eliminazioni specifiche nel locus lambda della catena leggera. Il mouse Crescendo, come risultato, produce anticorpi con domini VH pienamente umani senza la presenza di anticorpi murini.