Business

Moderna prova a estendere all'oncologia la tecnologia dell'mRNA 

Le azioni di Autolus Therapeutics sono salite di oltre il 12% dopo che la società ha annunciato di aver stretto un accordo di licenza esclusiva con Moderna per sviluppare nuove terapie a base di RNA messaggero finalizzate alla cura del cancro.

Le azioni di Autolus Therapeutics sono salite di oltre il 12% dopo che la società ha annunciato di aver stretto un accordo di licenza esclusiva con Moderna per sviluppare nuove terapie a base di RNA messaggero finalizzate alla cura del cancro.

Moderna, focalizzata sull'RNA messaggero (mRNA), ha i diritti di utilizzare i leganti proprietari di Autolus per quattro obiettivi immunologici. Autolus, con sede a Londra, incorpora una serie di tecnologie proprietarie e modulari di programmazione delle cellule T sviluppate per riconoscere meglio le cellule tumorali e attaccarle abbattendo i meccanismi di difesa della malattia.

I termini finanziari dell'accordo non sono stati rivelati nel rapporto. Inoltre, nel suo annuncio di questa mattina, Autolus non ha specificato su quali obiettivi Moderna intendeva puntare la sua tecnologia.

Martin Pulé, fondatore e direttore scientifico di Autolus, ha espresso il suo entusiasmo per la partnership con Moderna. "L'uso della nostra tecnologia nella piattaforma mRNA di Moderna sottolinea la leadership di Autolus nello sviluppo di tecnologie innovative di programmazione cellulare e leganti differenziati", ha detto Pulé in una dichiarazione.

Secondo i termini dell'accordo, Autolus riceverà un pagamento anticipato di una somma non rivelata per ogni obiettivo concesso in licenza da Moderna. Inoltre, l'azienda sarà eleggibile per i pagamenti della pietra miliare commerciale e di sviluppo per ogni prodotto commercializzato con successo. Autolus ha anche diritto a ricevere royalties su ogni prodotto commercializzato.

Moderna ha fatto ricerche sulla tecnologia mRNA per anni, ma l'azienda è diventata un nome familiare in tutto il mondo grazie al vaccino che ha sviluppato contro il COVID-19. Il vaccino utilizza la tecnologia mRNA che è progettata per sfruttare il modello genetico del corpo.

Moderna ha una pipeline di vaccini contro il cancro personalizzati che sfruttano la tecnologia mRNA. Attraverso l'uso del sequenziamento di prossima generazione, l'azienda ha identificato mutazioni multiple in una cellula tumorale che chiama neoepitoni.
L'azienda usa le sue capacità bioinformatiche per prevedere 20 neoepitopi sulle cellule tumorali di un paziente. Usando questa capacità, Moderna crede di poter sviluppare un candidato vaccino che codifica per quelle mutazioni e lo carica in una molecola di mRNA per promuovere una robusta risposta immunitaria. Il vaccino è progettato per insegnare alle cellule del paziente a sviluppare i neoepitopi selezionati per riconoscere meglio le cellule tumorali.

Secondo il sito web della società, un vaccino contro il cancro basato sull'mRNA sviluppato insieme a MSD, denominato mRNA-4157 ha il potenziale per migliorare i risultati clinici associati alle terapie con inibitori di checkpoint, tra cui pembrolizumab. Le due aziende stanno valutando il candidato vaccino in pazienti con tumori solidi resecati e in combinazione con l’anti PD-1.

SEZIONE DOWNLOAD