Si chiude positivamente la vicenda del sito produttivo di MSD situato a Pavia che la multinazionale americana aveva dichiarato di voler cedere. Oggi MSD ha comunicato di aver sottoscritto un accordo con l’Istituto Biochimico Nazionale (IBN) Savio per la cessione del sito produttivo.

L’accordo di cessione tra le due Aziende farmaceutiche è stato concepito in modo tale da fornire solide garanzie a tutela della produzione e dell’occupazione, prevedendo, infatti, la valorizzazione attiva di tutte le aree dello stabilimento - da sempre emblema di qualità ed eccellenza nel settore - e la salvaguardia di elevati livelli occupazionali.

Oltre al trasferimento dell’asset industriale, i termini dell’accordo contemplano anche il mantenimento della produzione e la fornitura, per i prossimi cinque anni, dei prodotti MSD attualmente fabbricati nel sito di Pavia. 

Nel giugno del 2013, MSD aveva comunicato che il sito di Pavia sarebbe uscito dal suo network produttivo entro il 31 dicembre 2014, nell’ambito di un processo di riorganizzazione della capacità produttiva globale. Dal momento dell’annuncio, MSD Italia si è dedicata con impegno alla ricerca di un acquirente in grado di valorizzare lo stabilimento anche prorogando ripetutamente la data prevista per la chiusura o la cessione del sito.

“L’annuncio di oggi – dichiara Pierluigi Antonelli, Senior Vice President & Managing Director di MSD Italia – è il segno tangibile del nostro sincero senso di responsabilità volto alla ricerca di una soluzione positiva alla questione dello stabilimento di Pavia e della volontà di tutelare al massimo i dipendenti ivi impiegati.

Sento il dovere di ringraziare le istituzioni nazionali e locali (in particolare, i Ministri della Salute e dello Sviluppo Economico, l’Agenzia Italiana del Farmaco, la Regione Lombardia, la Provincia ed il Comune di Pavia), insieme alle organizzazioni sindacali, per l’attenzione, la pressione costruttiva e la fiducia che da sempre sono state la bussola di questa negoziazione.

La soluzione della vicenda dello stabilimento di Pavia è la dimostrazione concreta dell’attenzione di MSD al nostro Paese avvalorata anche dall’investimento, in questo biennio, di 44 milioni di dollari in erogazioni liberali a sostegno di importanti istituzioni scientifiche e della ricerca da loro condotta in Italia”.

”Siamo orgogliosi – afferma Emilio Stefanelli, Presidente e Amministratore Unico di IBN Savio – dell’accordo raggiunto con MSD.

Un accordo che, da un lato, consente ad IBN Savio di espandere ulteriormente la presenza industriale in Italia, affiancando ai siti di Pomezia (Lazio) e Ronco Scrivia (Liguria) il polo produttivo di Pavia; dall’altro, rafforza la vocazione manufatturiera del nostro Paese nel settore farmaceutico, allineandosi alla strategia portata avanti da Farmindustria e rispondendo fattivamente alle sollecitazioni dei Ministri della Salute e dello Sviluppo Economico.

A tal proposito, mi associo ai ringraziamenti del Presidente Antonelli nei confronti delle Istituzioni nazionali e locali senza il cui costruttivo supporto l’operazione non avrebbe avuto l’esito oggi annunciato”.

“L’accordo annunciato oggi tra MSD Italia e IBN Savio per la cessione del sito produttivo MSD di Pavia è un’ottima notizia per l’intero comparto farmaceutico italiano – afferma il Direttore Generale dell’AIFA, Luca Pani, – in quanto, scongiurando la chiusura del sito, garantisce la continuità delle attività produttive e mira a valorizzare uno stabilimento di eccellenza nel settore, oltre a salvaguardare elevati livelli occupazionali. L’accordo conferma e rafforza la vocazione manufatturiera nazionale nel settore farmaceutico, che negli anni ha dimostrato di distinguersi per gli elevati standard di qualità, presupposto essenziale per la tutela della salute dei cittadini, che l’AIFA è impegnata a garantire anche attraverso l’impegno costante in un sistema di controlli stringenti sulla produzione”.

L’intera operazione ha già completato con successo il processo di due diligence e si stima che il trasferimento definitivo sarà completato entro il 30 Giugno 2015.

IBN Savio e MSD si sono impegnate a tenere aggiornati i dipendenti, le organizzazioni sindacali e le Istituzioni nazionali e locali con trasparenza e regolarità.