Flavia Binetti, romana, è il nuovo Executive Director della Business Unit Primary Care di MSD Italia. Flavia Binetti, già Executive Director della Business Unit Diversified di MSD Italia, subentra a Fabrizio Giombini nominato Managing Director di MSD Romania.

La Business Unit Primary Care è responsabile della promozione di tutti i prodotti MSD coperti da brevetto nelle aree terapeutiche Cardiovascolare Metabolico, Respiratorio ed Osteoarticolare.

"Formulo a Flavia i miei più sinceri auguri per il suo nuovo incarico" dichiara Pierluigi Antonelli, Senior VP e Managing Director MSD Italia. "La Primary Care rappresenta il DNA della nostra Azienda ed assume oggi un ruolo ancor più strategico in funzione della rivalorizzazione del medico di medicina generale per effetto del progressivo spostamento delle cure primarie dall’ospedale al territorio.”

Incarichi di prestigio a livello europeo per altri due manager di MSD Italia: Fabrizio Giombini, Executive Director della Business Unit Primary Care di MSD Italia, è il nuovo Managing Director di MSD Romania.

Nerina Sapienza, Executive Director della Business Unit Womens' Health Ophthalmics & Migraine di MSD Italia, assume il ruolo di Fertility BU Lead della Region EUCAN (Europa e Canada).

"Formulo a Fabrizio e Nerina i miei più sinceri auguri per il loro nuovo incarico" dichiara Pierluigi Antonelli, Senior VP e Managing Director MSD Italia. "Considero le nomine di Nerina e Fabrizio un tangibile riconoscimento delle qualità dimostrate in tanti anni di lavoro in MSD che li ha portati ad eccellere in un mercato complesso, quale quello italiano, che richiede professionalità, dedizione, resilienza e tenacia”.

FLAVIA BINETTI
Flavia Binetti è in MSD Italia dal 1995, con incarichi di crescente responsabilità nell'area Marketing (compresa un'esperienza annuale presso l'Headquarter Merck in New Jersey) sino al ruolo immediatamente precedente di Executive Director della Business Unit Diversified, responsabile - attraverso la linea dedicata Essex - della promozione di tutti i prodotti branded scaduti di brevetto e frutto della tradizione di ricerca Merck.
Dal 2007 al 2011, Flavia Binetti ha maturato importanti esperienze anche come Regional Business Director rispettivamente per le aree Centro-Nord e Nord-Ovest.
Flavia Binetti ha studiato a Roma, dove ha conseguito la laurea summa cum laude in Scienze Politiche presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (L.U.I.S.S.). Nel 1994 ha conseguito un Master in Marketing presso la Scuola di Management della L.U.I.S.S..

FABRIZIO GIOMBINI
Fabrizio Giombini, da 25 anni in MSD Italia, ha ricoperto ruoli di sempre maggiore importanza nell’area Marketing e Vendite (compresa un'esperienza triennale presso l'Headquarter Merck & Co. in New Jersey) sino al ruolo immediatamente precedente di Direttore Esecutivo della Business Unit Primary Care. Dal 2001 al 2011, Giombini ha maturato importanti esperienze prima come Senior Director della Business Unit Osteo e poi come Regional Business Director per l’area Centro Italia.
Giombini ha studiato a Catania, dove ha conseguito la laurea magna cum laude in Scienze Biologiche e la Specializzazione, sempre magna cum laude, in Microbiologia. Nel 1989 ha conseguito un Master in Business Administration presso l’I.S.D.A. di Roma.

NERINA SAPIENZA
Nerina Sapienza è in MSD Italia dal 1997, con incarichi di crescente responsabilità nell'area Marketing e Vendite sino al ruolo immediatamente precedente di Direttore Esecutivo della Business Unit Womens’ Health, Ophthalmic and Migraine.
Dal 2008 al 2011, Nerina Sapienza ha maturato importanti esperienze anche come Regional Business Director per l’area Centro-Sud.
Nerina Sapienza ha studiato negli Stati Uniti, a Milano – dove ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia – e a Catania dove si è specializzata in Pneumologia. Nel 2006-2007 ha conseguito un Master in Business Administration presso la Scuola di Management dell’Università L.U.I.S.S. di Roma.
"Siamo abituati a considerare i talenti che lasciano l’Italia - conclude Antonelli - come un “brain drain” che inaridisce il nostro Paese. Sono, invece, convinto che dobbiamo guardare a queste nomine non solo come importanti opportunità di sviluppo personale a livello europeo, ma anche come un aumento del peso del nostro Paese nelle dinamiche decisionali della nostra Azienda”.