Dal 1 luglio è diventata operativa Boehringer Ingelheim Research Italia. Il moderno centro chimico di Milano, cuore della ricerca di Boehringer Ingelheim Italia, sarà da oggi una società autonoma di ricerca del Gruppo tedesco, impegnata a livello internazionale nella ricerca pre-clinica, con particolare interesse verso l'identificazione di Nuove Entità Chimiche che possano contribuire al miglioramento della qualità di vita dei pazienti che soffrono di patologie afferenti al Sistema Nervoso Centrale, all'Area Cardio-Metabolica e all'Area Respiratoria.
Boehringer Ingelheim Research Italia impiega 40 persone in una solida realtà farmaceutica fondata nel 1929 dal Cav. Carlo De Angeli.

"La nascita di Boehringer Ingelheim Research Italia rappresenta un importante riconoscimento al contributo dell'Italia, che da sempre ha partecipato in modo significativo alle fasi di ricerca e sviluppo di nuovi farmaci del Gruppo a livello internazionale - ha dichiarato Sergio Daniotti, Country Manager del Gruppo Boehringer Ingelheim Italia - La creazione di una società indipendente preposta esclusivamente ad attività di ricerca è, inoltre, una garanzia di autonomia e continuità della ricerca all'interno del network internazionale, separatamente dalle attività di business".

Gli impegni dei ricercatori di Boehringer Ingelheim Research Italia comprendono la gestione dei progetti di ricerca, l'elaborazione della strategia di Medicinal Chemistry, la sintesi e la caratterizzazione analitica delle Nuove Entità Chimiche.

"Sono orgoglioso di poter guidare un gruppo di ricerca che lavora in un contesto internazionale ma che opera sul territorio italiano - afferma Riccardo Giovannini, AD di Boehringer Ingelheim Research Italia - contribuendo in questo modo a sviluppare un settore fondamentale per il nostro Paese".
In Boehringer Ingelheim Research Italia si lavora a stretto contatto anche con il mondo accademico: presso il Centro di Milano è possibile effettuare stage nei laboratori di Medicinal Chemistry, Chimica Combinatoriale e Tecniche Analitiche dando in questo modo l'opportunità a studenti e giovani ricercatori di prendere confidenza con gli approcci, le tecnologie ed i flussi di lavoro caratteristici dell'industria farmaceutica.