Il settore farmaceutico sta vivendo tempi di grandi cambiamento, spinti dalla progressiva affermazione dei farmaci generici, dalla regionalizzazione della sanità, dalla carenza di risorse e da altri fattori.

Sono tempi di crisi ma anche di nuove opportunità, se si sanno cogliere. E’ quello che stanno cercando di fare un gruppo di manager con lunga esperienza in molte tra le più importanti grandi imprese del settore che hanno deciso di unire le forze per creare FarmaSei una nuova realtà farmaceutica, a capitale interamente italiano.

Il nome della società deriva dal numero dei Soci costitutivi, appunto sei, ovvero Giovanni Grande (Presidente e Direttore Commerciale), Dario Cutilli  (Amministratore Delegato e Direttore Risorse Umane), Fausto Grossi (Chairman e Consulente Senior), Donatella Botta (Direttore Marketing), Pamela Margherita (Direttore Customer Service) e Stefania Giocoli (Direttore Affari Regolatori). La sede di Farmasei si trova a Roma.

«Farmasei intende far produrre e commercializzare farmaci a brevetto scaduto che mantengono una grande importanza clinica – ci ha detto Giovanni Grande, Presidente e Direttore Commerciale - come ad esempio simvastatina o irbesartan. L’altra nostra peculiarità è che li promuoveremo con un loro brand in modo da facilitarne la riconoscibilità del medico e soprattutto del paziente. Crediamo molto nel valore del marchio».

L’azienda ha mosso i primi passi dal 15 Giugno e inizialmente avrà a listino 2 brand (simvastatina e irbesartan); le molecole che diventeranno sei a partire dal prossimo mese di ottobre  quando si aggiungeranno prodotti di largo interesse medico come sobrelolo, montelukast e citalopram. Presto, del listino faranno parte anche medical device  (es. Acqua di Mare Isotonica, coadiuvante in affezioni otorino laringoiatriche-orecchio). In tardo autunno sarà lanciato  anche un brand a base di atorvastatina.

La rete di informatori è inizialmente composta da 20 ISF, e crescerà al  ritmo di 20 nuovi ingressi l’anno, per arrivare a regime a 100. L’azienda intende avvalersi  di persone di comprovata esperienza nel settore.

Altro elemento caratterizzante è che i farmaci verranno tutti prodotti nel nostro Paese, in officine farmaceutiche di comprovata esperienza e qualità, dotate di certificazione internazionale dei processi produttivi. L’azienda conta di poter raggiungere anche il farmacista territoriale, grazie  ad una partnership esterna che si occuperà della gestione dei propri prodotti presso Grossisti/Farmacie.

Al di là dell’ovvio significato commerciale ed economico, pensiamo che realtà come Farmasei possano avere una loro utilità più generale perché mantengono l’informazione medica sia sul Medico di Medicina Generale  sia su numerose tipologie di Specialisti per molecole che, a causa delle dismissioni di intere reti di ISF operate dalle Aziende piu' grandi, non hanno alcun supporto scientifico presso l'interlocutore medico.   

Non ci sono solo gli anticorpi monoclonali di ultimissima generazione, ma per grandi molecole che hanno fatto la storia recente delle medicina e cambiato il decorso di malattie che colpiscono ogni anno milioni di persone c’è ancora tanto spazio. Questi prodotti mantengono inalterata la loro attualità. Almeno così la pensano in FarmaSei.