Sulla base delle stime di vendita messe  a punto dalla società di analisi di mercato britannica  EvaluatePharma, la società farmaceutica  Sanofi nel 2012 sarà la prima a livello mondiale per fatturato, sorpassando Pfizer. Tale primato dovrebbe essere mantenuto almeno fino al 2016.

In questi ultimi anni, la società francese si è distinta per una politica aggressiva di acquisizioni (Zentiva e Genzyme, solo per citare le maggiori) per l’espansione nel mercati emergenti e nel business dei generici. Come noto, Sanofi-Aventis è nata nel 2004 dalla fusione di Aventis con Sanofi-Synthélabo (queste ultime si erano fuse nel 1999). Nel maggio del 2011, la società ha cambiato nome e oggi si chiama Sanofi.

Pfizer, al contrario, deve ancora metabolizzare la genericazione di Lipitor e farà fatica a mantenere l’attuale fatturato. Nel 2016, sempre secondo le stime di Evaluate Pharma, dovrebbe passare al terzo posto, sorpassata anche da Novartis. Per rendersi conto dello sforzo che Pfizer dovrà fare, basti pensare che secondo le stime di EvaluatePharma le vendite di Lipitor nel 2016 si ridurranno a 2 miliardi di dollari (nel 2008 avevano toccato un picco di 13,4 miliardi). Pfizer dovrebbe recuperare parte delle vendite perse grazie a nuovi farmaci come tofacitinib (artrite reumatoide) e apixaban (anticoagulante). Da notare che nel 2016 Pfizer sarà la sola azienda americana tra le prime 5 mentre le altre saranno tutte società europee.

Nei prossimi 5 anni, Teva, Novo, GlaxoSmithKline, Roche e Johnson &  Johnson saranno le società a maggiore sviluppo, con tassi annuali composti di crescita (compound annual growth rate) variabili tra il 5 e il 9%.

Al contrario, Astra Zeneca e Lilly vedranno ridursi le loro vendite di circa il 4% annuo, a causa della scadenza dei brevetti di farmaci importanti non adeguatamente compensata dalle vendite di nuovi farmaci.

Secondo il report di EvaluatePharma, Merck, Novartis e Bms faranno segnare delle leggere crescite, mentre  la già citata Pfizer vedrebbe ridursi il fatturato dell’1% annuo.

Si tratta di proiezioni, nessuno ha la sfera di cristallo. Inoltre, non si può tenere conto di eventuali ulteriori acquisizioni che potrebbero mutare radicalmente lo scenario.

Leggi il report di EvalutaPharma