Per cercare di ribaltare l'immagine negativa conseguente alla sostanziale bocciatura per naproxcinod decretata dall'Fda, NicOx ha presentato un aggiornamento della propria pipeline.  La società francese ha reso noto  che due  farmaci basati sulla tecnologia a base della cessione di ossido nitrico (NO) che dovrebbe migliorare la tollerabilità di farmaci già esistenti sono passati dalla fase preclinica alla clinica.

Il primo di questi farmaci è noto con la sigla NCX 434, un candidato farmaco per la terapia dell'edema maculare diabetico. I risultati preliminari dimostrano che il farmaco migliora la saturazione di ossigeno livello del nervo ottico in misura statisticamente superiore al farmaco di confronto (triamcinolone). Dati più completi verranno presentati al congresso "Ocular Diseases & Drug Discovery" in programma a Boston a fine maggio.
Si ritiene che NCX 434 agisca tramite un duplice meccanismo di azione, vasoattivo e antiinfiammatorio.

L'altro farmaco di cui sono stai presentati i primi dati è NCX 1236, un prodotto studiato per la terapia della neuropatia diabetica. I primi dati disponibili evidenziano per il nuovo farmaco un'attività anti-allodinica  superiore a quella di gabapentin. Dati più completi verranno presentati all'International Congress on Neuropathic Pain in programma ad Atene a fine maggio. Il dolore neuropatico può essere dovuto a disfunzioni centrali o periferiche del SNC. Le terapie attualmente utilizzate comprendono gabapentin, pregabalin, duloxetina o gli oppioidi.