La francese NicOx ha comunicato  di aver siglato un accordo per l’acquisizione dell’11,8% di Altacor, azienda oftalmologica privata con sede in Gran Bretagna, e di aver sottoscritto un accordo esclusivo per l’opzione di acquisto delle rimanenti azioni della società. Nei piani strategici di NicOx questo è il primo passo per diventare un’azienda oftalmologica con prodotti in fase di sviluppo avanzato e già commercializzati.

In base all’accordo, NicOx investirà 2 milioni di sterline (circa 2,4 milioni di euro) per l’acquisizione di una partecipazione pari all’11,8% di Altacor. NicOx, inoltre, ha acquisito un diritto di opzione esclusivo per il rimanente 88,2% delle azioni di Altacor, valutate 9 milioni di sterline (circa 10,8 milioni di euro) da pagare o con azioni NicOx, o in contante, o in parte in contante e in parte con azioni NicOx, a discrezione della stessa NicOx.

L’opzione di acquisto potrà essere esercitata da NicOx entro il 31/5/2012. Al raggiungimento, in futuro, di certi obiettivi predefiniti, la valutazione potrà essere incrementata per un massimo di altri 8,5 milioni di sterline.

La strategia di sviluppo di Altacor è stata focalizzata a costruire un’azienda farmaceutica specializzata. Ha una gamma di prodotti, una pipeline e una presenza di mercato che con NicOx potranno svilupparsi ulteriormente.

I prodotti di Altacor per il trattamento della sindrome dell’occhio secco sono venduti in Gran Bretagna ed Irlanda su prescrizione medica o come prodotti da banco (OTC). Altacor ha, inoltre, una promettente pipeline di prodotti in fase finale di sviluppo tra i quali ALT-005, antisettico a uso pre-chirurgico per le infezioni oculari, e SOLO, presidio medico-chirurgico per l’inserimento di Lenti IntraOculari.

NicOx, inoltre, ha già una consolidata competenza nel settore dell’oftalmologia grazie alle sue collaborazioni con Bausch+Lomb e, in passato, con Pfizer, e a una rete di consulenti di prestigio e di opinion leader del settore,sia in Europa che in USA.

“Questo accordo segna il primo passo dello sviluppo della nostra strategia per diventare un’azienda oftalmologica internazionale. NicOx è entusiasta delle qualità e delle competenze di Altacor, grazie anche ai suoi prodotti già sul mercato, agli importanti accordi con partner internazionali e ad una pipeline innovativa e in fase avanzata. Se eserciteremo l’opzione, l’acquisizione di Altacor ci garantirà anche una struttura di vendita in Gran Bretagna e Irlanda e quindi una base per il lancio di nuovi prodotti”, ha commentato Michele Garufi, CEO NicOx.

“Gli eccellenti risultati dello studio di fase 2b condotto da Bausch+Lomb col nostro composto BOL- 303259-X su pazienti affetti da glaucoma primario ad angolo aperto o da ipertensione oculare hanno considerevolmente rafforzato la nostra posizione in campo oftalmico. Altacor rappresenta il primo passo verso l’espansione nel mercato oftalmico europeo, espansione che avverrà attraverso acquisizioni o in-licensing di altri progetti ed aziende che saranno alla base della nostra crescita sia negli Stati Uniti che in Europa. Per questo stiamo continuando a valutare molte altre opportunità che ci permettano di raggiungere il nostro obiettivo”, ha concluso Michele Garufi.

Il mercato dell’oftalmologia ha registrato, negli ultimi anni, una crescita significativa. Il valore del mercato mondiale dell’oftalmologia ha raggiunto, nel 2010, 16,2 miliardi di dollari e si prevede che arrivi a 21,2 miliardi nel 2016,con una crescita media annua del 4,5%.