La svizzera Novartis ha siglato un accordo di licenza con la biotech americana Incyte inerente lo sviluppo e la commercializzazione di due farmaci in sviluppo per la cura per disordini ematologici e l'oncologia.

L'accordo prevede un pagamento immediato di 150 milioni di dollari, più altri 60 milioni quale contributo per uno studio europeo di fase III, un trial che prende il nome di CONFORT-II iniziato nel luglio di quest'anno.
Inoltre, Incyte riceverà pagamenti successivi, per un massimo di 1,1 miliardi di dollari, man mano che i due farmaci procederanno lungo il loro sviluppo clinico e regolatorio nonché royalties a due cifre

Il primo farmaco, noto con la sigla INCB18424, è un inibitore della JAK chinasi già in fase III per la terapia della mielofibrosi, una malattia cronica del midollo osseo di tipo tumorale. Appartiene alle malattie mieloproliferative croniche, patologie che si originano dalla trasformazione neoplastica della cellula staminale emopoietica.
INCB18424 potrebbe diventare la prima terapia realmente efficace per una patologia che oggi non ha alcuna terapia realmente efficace e ha una sopravvivenza media di 3-5 anni.
Incyte manterrà i diritti di commercializzazione di INCB18424 sul territorio americano mentre Novartis li detiene per tutti gli altri paesi.

Il secondo farmaco oggetto dell'accordo è  INCB28060, un inibitore orale della cMET (MET (mesenchymal-epithelial transition factor). Il farmaco sta per entrare in fase I quale terapia per diverse forme di tumore. Di questo farmaco Novartis ha ottenuto i diritti mondiali.