Business

Novartis, primo impianto Usa di vaccini cellulari

Alla presenza dell'amministratore delegato di Novartis Daniel Vasella, è stato inaugurato il primo impianto americano per la produzione di vaccini influenzali attraverso le culture cellulare. L'impianto, che ha sede a Holly Springs nel North Carolina, costerà complessivamente 1 miliardo di dollari e la sua realizzazione fa parte di una partnership con il Governo americano. Vi lavoreranno 350 persone e sarà a pieno regime nel 2013. Già nel 2011 l'impianto dovrebbe essere in grado di fornire 150 milioni di dosi di vaccino circa 6 mesi dopo la dichiarazione di una pandemia influenzale. L'impianto produrrà anche l'adiuvante MF59.

Il metodo delle culture cellulari è una tecnologia emergente, secondo la quale il virus viene coltivato in linee cellulari appositamente selezionate. Una volta che la famiglia del virus è stata identificata, la procedura delle colture cellulari può ridurre il tempo di avvio della produzione da quattro a tre o due settimane, consentendo un processo produttivo più prevedibile.


Utilizzare le colture cellulari per produrre i vaccini antinfluenzali offre diversi vantaggi. Il nuovo metodo è più veloce di quello tradizionale e consente di aumentare anche rapidamente la produzione in caso di necessità urgenti. Inoltre, le aziende produttrici possono saltare la fase dedicata all'adattamento dei ceppi di virus per lo sviluppo nelle uova.  Infine, i vaccini antinfluenzali basati sulle colture cellulari forniranno un'alternativa ai soggetti intolleranti alle uova, ai quali non è possibile somministrare i vaccini attualmente disponibili.

SEZIONE DOWNLOAD