Business

Novartis rafforza la pipeline di radioligandi con accordo con  iTheranostics 

Novartis ha acquisito i diritti di sviluppo e commerciali di due terapie a base di radioligandi messe a punto da iTheranostics che hanno come bersaglio le proteine di attivazione dei fibroblasti poste sulla superficie delle cellule tumorali. L'accordo riguarda i candidati FAPI-46 e FAPI-74.

Novartis ha acquisito i diritti di sviluppo e commerciali di due terapie a base di radioligandi messe a punto da iTheranostics che hanno come bersaglio le proteine di attivazione dei fibroblasti poste sulla superficie delle cellule tumorali. L'accordo riguarda i candidati FAPI-46 e FAPI-74.

L'accordo, i cui termini economici non sono stati resi noti, include anche i diritti co-esclusivi per Novartis di sviluppare applicazioni di imaging per queste attività. "Continuiamo a investire nella terapia con radioligandi come una delle quattro piattaforme di Novartis Oncology", ha aggiunto Schaffert.

Le proteine della superficie cellulare FAP sono sovraespresse nei tumori comuni, in particolare sui fibroblasti associati al cancro che formano lo stroma tumorale. I trattamenti con radioligandi combinano un composto di targeting e un isotopo radioattivo, causando danni al DNA che inibiscono la crescita e la replicazione del tumore. L'azienda ha notato che "a causa dell'alta affinità di questi agenti per le cellule tumorali specifiche o il tessuto tumorale associato, il tessuto sano circostante è meno colpito".

La casa farmaceutica svizzera ha recentemente riportato i dati dello studio di fase III VISION della sua terapia con il radioligando 177Lu-PSMA-617, mostrando che ha soddisfatto gli endpoint primari di sopravvivenza globale e sopravvivenza libera da progressione radiografica in pazienti con cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione, e il cui deposito a Ema ed Fda è stato pianificato per la fine di quest'anno. Gli  analisti stimano che il farmaco potrebbe raggiungere vendite annuali a circa $ 1,3 miliardi.

"Crediamo che lavorare su più approcci sia la chiave per reimmaginare la cura del cancro", ha detto il presidente di Novartis Susanne Schaffert in una dichiarazione. "FAP è un obiettivo eccitante e questi agenti sono una grande misura con la nostra pipeline di terapia radioligand, che stiamo attivamente indagando su più tipi di tumore. Crediamo che questa tecnologia abbia il potenziale per trasformare la vita di molti pazienti".

In pochissimi anni, Novartis ha acquisito un ruolo di primo piano nel settore dei radiofarmaci. L’azienda svizzera era entrata in questo settore nel 2017 acquisendo per 3,9 miliardi di dollari Advanced Accelerator Applications. Ha poi ulteriormente scommesso sui radiofarmaci nel 2018, acquisendo i diritti su FF-10158 da Fujifilm Toyama Chemical dopo aver fatto sua Endocyte (l’azienda che ha sviluppato 177Lu-PSMA-617) in un affare da $2,1 mld.


SEZIONE DOWNLOAD