Novo Nordisk, azioni giù per prospettive Usa meno positive

Business

Le azioni di Novo Nordisk sono scese fino al 20 per cento dopo che la società ha tagliato sia la previsioni economiche per la chiusura del 2016 che quelle a lungo termine. La causa è da ricercarsi nei problemi insorti nel mercato statunitense.

Le azioni di Novo Nordisk sono scese fino al 20 per cento dopo che la società ha tagliato sia la previsioni economiche per la chiusura del 2016 che quelle a lungo termine. La causa è da ricercarsi nei problemi insorti nel mercato statunitense.

La casa farmaceutica ha osservato che "il contesto di mercato in Usa è diventato molto più impegnativo, con un impatto negativo sui prezzi futuri per i prodotti di Novo Nordisk."

L'azienda danese genera circa la metà del suo fatturato nel mercato statunitense, dove di recente la concorrenza tra i produttori di insulina è aumentata e i prezzi sono stati ridotti significativamente dalle grandi catene di distribuzione di farmaci che gestiscono i programmi di accesso ai farmaci per conto deli programmi sanitari privati.

Per il 2016, la società ha indicato che le vendite sono ora attese in crescita tra il 5 e il 6 per cento in valute locali, in calo rispetto al 5 per cento al 7 per cento comunicato in precedenza. Nel frattempo, l'utile operativo di quest'anno è stimato in crescita in un range del 5 per cento per cento, contro una previsione precedente di crescita compresa fra il 5 e l’8 per cento.

Inoltre, Novo Nordisk ha dichiarato che per il 2017, prevede prospettive di crescita a una cifra (bassa) e profitti operativi stabili, entrambi misurati in valuta locale. Inoltre, la società ha osservato che per quanto riguarda gli obiettivi finanziari a lungo termine, "non è più ritiene realizzabile per raggiungere l'obiettivo di crescita dell'utile operativo del 10 set cento annunciato in febbraio," tagliando la stima al 5 per cento.

Il CEO Lars Rebien Sørensen ha dichiarato "abbiamo rivalutato il nostro obiettivo a lungo termine per la crescita dell'utile operativo e la nostra strategia di R & S, alla luce del difficile contesto di mercato negli Usa." Il manager ha aggiunto  che è iniziato un piano globale di riduzione dei costi che prevede anche tagli al personale.

Di recente l’azienda ha annunciato l'intenzione di ridurre la sua forza lavoro di circa 1.000 addetti. I tagli dovrebbero riguardare le attività di ricerca e sviluppo e i dipendenti del quartier generale. Circa la metà degli esuberi del gruppo farmaceutico danese, che impiega 42.300 persone a livello globale, dovrebbe essere in patria. Novo Nordisk ha sottolineato che la ristrutturazione non modifica l'outlook per l'attuale esercizio.







SEZIONE DOWNLOAD