La danese Novo Nordisk ha comunicato i dati del terzo trimestre del 2008  in cui  l'azienda ha registrato un significativo aumento dell'utile ($410 milioni vs $170 dello scorso anno) grazie alle buone vendite di insuline.
Sono andate bene anche le vendite del terzo trimestre cresciute del 15% arrivando a $2,2 miliardi, trainate dalla domanda di nuove insuline, cresciute del 29%, mentre quelle tradizionali sono scese dell'1%.

L'antiemofilia NovoSeven è cresciuto del 17% con vendite pari a 312 milioni.
Il 2008, complessivamente, si è chiuso con profitti per 1,63 miliardi di dollari  (+13%) e vendite di 7,77 miliardi di dollari (+11%)

L'azienda ripone grandi aspettative, qualcuno dice troppe, su liraglutide, un analogo del peptide 1 glucagone-simile (GLP-1), ad azione prolungata, sviluppato per la terapia del diabete di tipo 2. L'Advisory Board dell'Fda chiamato a decidere sulla sua approvazione si riunirà il prossimo mese di aprile. Sarà la prima decisione dopo che l'Fda ha reso più severa l'approvazione di nuovi farmaci antidiabetici.