Oncologia, da Takeda alt allo sviluppo dell'anticorpo coniugato XMT-1522

Millennium Pharmaceuticals, societÓ interamente di proprietÓ di Takeda, ha deciso di porre fine all'accordo con Mersana Therapeutics per lo sviluppo globale e la commercializzazione del farmaco sperimentale per il cancro XMT-1522. A seguito di ci˛ Mersana ha cessato lo sviluppo del farmaco che era il candidato della sua pipeline in fase pi¨ avanzata di sviluppo.

Millennium Pharmaceuticals, società interamente di proprietà di Takeda, ha deciso di porre fine all’accordo con Mersana Therapeutics per lo sviluppo globale e la commercializzazione del farmaco sperimentale per il cancro XMT-1522. A seguito di ciò Mersana ha cessato lo sviluppo del farmaco che era il candidato della sua pipeline in fase più avanzata di sviluppo.

Nel 2014, Takeda aveva stipulato una partnership con Mersana focalizzata su anticorpi monoclonali coniugati (ADC) e nel 2016 aveva poi ampliato l'accordo per includere i diritti su XMT-1522 anche al di fuori degli Stati Uniti e del Canada.

XMT-1522 è un anticorpo coniugato sviluppato attraverso la piattaforma Fleximer di Mersana che ha come target i tumori che esprimono HER2, come quelli della mammella, dello stomaco e i tumori del polmone non a piccole cellule. I dati preclinici suggerivano che il farmaco poteva avere un’attività antitumorale anche nei pazienti con tumori che esprimono livelli ridotti di HER2.

L'anno scorso, l’Fda aveva chiesto una sospensione clinica parziale su uno studio di fase I con XMT-1522 dopo che un decesso di un paziente nello studio era stato classificato come possibilmente correlato alla terapia. L'agenzia ha successivamente revocato la sospensione dopo che Mersana ha accettato alcune modifiche al protocollo e ha migliorato il monitoraggio.  Lo studio di Fase I stava valutando XMT-1522 in pazienti con carcinoma mammario e gastrico HER2-positivo avanzato, così come carcinoma mammario avanzato con espressione HER2 bassa e carcinoma polmonare non a piccole cellule.

Il CEO di Mersana Anna Protopapas ha dichiarato "abbiamo preso la difficile decisione di interrompere l'ulteriore sviluppo dell'XMT-1522 nonostante il profilo favorevole di efficacia e tollerabilità a causa dell’ambiente competitivo per le terapie mirate all'HER2".

Mersana ha reso noto che si concentrerà sullo sviluppo di XMT-1536, un ADC sperimentale diretto contro il NaPi2b, il cotransportatore sodio-fosfato di tipo II, che è altamente espresso sulle superfici tumorali di polmone, ovaio e tiroide, nonché sui polmoni.

"Abbiamo preso la difficile decisione di porre fine all'ulteriore sviluppo di XMT-1522 nonostante un profilo emergente favorevole di efficacia e tollerabilità dovuto all'ambiente competitivo per le terapie mirate all'HER2", ha dichiarato in un comunicato il capo della Mersana Protopapas.

Gli analisti di Leerink e Cowen hanno suggerito che la decisione di Mersana era pertinente, considerando il panorama competitivo per le terapie mirate all'HER2. Molte di queste terapie sono già state approvate e altre sono in fase di sviluppo, tra cui DS-8201 di Daiichi Sankyo che trasporta 7-8 carichi utili, ha osservato Boris Peaker di Cowen.

"Molti investitori avevano già aspettative molto basse per l'XMT-1522....specialmente dopo la sospensione clinica parziale dell'XMT-1522 ..... La decisione di concentrare le risorse sull'avanzamento dell'XMT-1536 potrebbe anche avere un impatto positivo sulla liquidità dell'azienda", hanno scritto gli analisti Leerink in una nota.

Anticorpi monoclonali coniugati (ADC)
Questa potente classe di farmaci unisce chimicamente un anticorpo monoclonale ad un farmaco biologicamente attivo o composto citotossico. Questo combina le capacità di individuazione degli anticorpi - che consentono una sensibile discriminazione tra tessuti sani e tessuti cancerogeni - con la capacità di uccidere le cellule delle chemioterapie.

Mentre gli ADC esistenti possono legare poche sostanze citotossiche, la piattaforma tecnologica di Mersana è progettata per produrre farmaci in grado di collegarsi a 12-15 sostanze citotossiche, aumentando notevolmente il potenziale terapeutico degli ADC per malattie che in precedenza erano fuori portata.

E’ stata questa potenza di fuoco supplementare che aveva attirato l’attenzione di Takeda su Mersana. Oltretutto, quest’ultima è gestita da Anna Protopapas, ex capo di Millennium.