Il board di OSI, cioè i manager che guidano l'azienda, si sono espressi in maniera negativa nei confronti dell'offerta di pubblico acquisito presentata pochi giorni fa da Astellas.
Nonostante la società giapponese abbia offerto ben 3,5 miliardi di dollari per una società che lo scorso anno ha fatturato 379 milioni di dollari, i manager di OSI hanno invitato gli azionisti a non vendere le loro azioni ad Astellas. Essi ritengono infatti che l'offerta sia ancora troppo bassa.
Aspettano forse il cavaliere bianco, magari nelle vesti di Roche, che è il partner di OSI per la commercializzazione di Tarceva.
OSI Pharmaceuticals è una società biotech focalizzata sulla ricerca e sviluppo e commercializzazione di farmaci per la cura di patologie oncologiche e del diabete.
Il prodotto di punta è erlotinib (Tarceva), una piccola molecola che inibisce l'epidermal growth factor receptor indicata nel carcinoma polmonare non a piccole cellule e nel carcinoma pancreatico.