Pfizer, alleanza con Basilea per l'antimicotico isuvonazolo

Pfizer ha stipulato un accordo con la società farmaceutica svizzera Basilea Pharmaceutical per ottenere i diritti esclusivi per la commercializzazione del trattamento antifungino isuvonazolo (Cresemba) in Europa, così come in Russia, Turchia e Israele. In cambio, Basilea riceverà in anticipo 70 milioni di franchi (circa 72 milioni di dollari) e potrà ricevere fino ad ulteriori 427 milioni di dollari al superamento di milestones regolatorie e commerciali, così come royalties dell'ordine del 15% sulle vendite di Cresemba nei territori concordati da parte di Pfizer.

Pfizer ha stipulato un accordo con la società farmaceutica svizzera Basilea Pharmaceutical per ottenere i diritti esclusivi per la commercializzazione del trattamento antifungino isuvonazolo (Cresemba) in Europa, così come in Russia, Turchia e Israele.

In cambio, Basilea riceverà in anticipo 70 milioni di franchi (circa 72 milioni di dollari) e potrà ricevere fino ad ulteriori 427 milioni di dollari al superamento di milestones  regolatorie e commerciali, così come royalties dell’ordine del 15% sulle vendite di Cresemba nei territori concordati da parte di Pfizer.

Nel 2010, Basilea aveva concesso ad Astellas Pharma i diritti esclusivi per commercializzare Cresemba – all’epoca in Fase 3 - pur mantenendo un'opzione per co-promuovere il farmaco negli Stati Uniti, Canada, Europa e Cina. Nel 2014, le due società hanno modificato l'accordo, mentre Basilea ha scambiato la sua opzione di co-promozione per ottenere i diritti completi sul farmaco al di fuori degli Stati Uniti e del Canada.

Cresemba è un antifungino ad ampio spettro disponibile per via endovenosa e per via orale con somministrazione once a day. E’ stato approvato negli Stati Uniti nel marzo 2015 e in Europa nell'ottobre 2015 per il trattamento di aspergillosi invasiva e mucormicosi invasiva (conosciuta anche come zigomicosi). Ha ricevuto lo status di farmaco orfano sia negli Stati Uniti che in Europa.

Dopo aver scambiato con Astellas i diritti al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, Basilea sta ora cedendo i diritti esclusivi a Pfizer in alcune di quelle geografiche in cambio di un supporto economico.
Basilea sta cercando di siglare altre partnership per Cresemba e per l’antibiotico Zevtera (ceftobiprole).

Grazie all’accordo per Cresemba,  Pfizer la sua presenza negli antinfettivi per la quale nel dicembre 2016 aveva già siglato un accordo  con AstraZeneca del valore di oltre $700 mln, acquisendone una serie di piccole molecole: Merrem, Zinforo e Zavicefta, nonchè le molecole in sviluppo ATM-AVI e CXL.

Le infezioni fungine colpiscono milioni di persone in tutto il mondo, con circa 1,5 milioni di persone che sviluppano infezioni invasive, alcune con tassi di mortalità molto elevati. Ci sono quasi 200.000 casi di aspergillosi invasiva. Gli agenti antifungini disponibili, sebbene efficaci, possono essere tossici.