Pfizer compra Allergan? Nascerebbe un colosso da $300 miliardi. Allergan conferma i colloqui

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, la statunitense Pfizer e l'irlandese Allergan sarebbero in trattative per una fusione dalla quale nascerebbe un colosso farmaceutico con una capitalizzazione di mercato di oltre 300 miliardi di dollari.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, la statunitense Pfizer e l'irlandese Allergan sarebbero in trattative per una fusione dalla quale nascerebbe un colosso farmaceutico con una capitalizzazione di mercato di oltre 300 miliardi di dollari.

L’accordo farebbe della nuova società Pfizer-Allergan la maggiore azienda farmaceutica al mondo per capitalizzazione, superando l’attuale leader Johnson & Johnson, che ha una capitalizzazione che si aggira intorno ai 277 miliardi.

Stando al Wall Street Journal, Pfizer ha contattato Allergan per sondare la possibilità di combinare i due gruppi. Potrebbe pagare per la rivale più il 39 pr cento di più della sua capitalizzazione di mercato precedente la diffusione della notizia pari a 112,5 miliardi di dollari.

Mentre Pfizer per ora tace e non si sbilancia, Allergan ha confermato di essere in trattative preliminari "amichevoli" con Pfizer per valutare una potenziale fusione, con un accordo che creerebbe la più grande casa farmaceutica al mondo. Allergan però precisa che non c'è alcuna certezza che i colloqui porteranno a un accordo, e non ha discusso i termini che potrebbero portare ad un legame con Pfizer.

Attraverso l’accordo,  Pfizer rafforzerebbe il suo portafoglio di farmaci oggi protetti da brevetti con prodotti come Botox e il collirio a base di ciclosporina (Restasis) di Allergan, anche’essi protetti da brevetto.

La fusione potrebbe dare a Pfizer la possibilità di raggiungere l'obiettivo di dividere il gruppo in due unità: una per la vendita di farmaci protetti da brevetto e un'altra per la vendita di farmaci fuori brevetto. Proprio con l'obiettivo di ampliare l'offerta di generici iniettabili e di biosimilari, Pfizer ha recentemente completato l'acquisizione di Hospira, pe rla quale ha sborsato 17 miliardi di dollari.

Allergan potrebbe accelerare la crescita di Pfizer. Martedì scorso la società americana ha annunciato 12,2 miliardi di dollari di ricavi nel secondo trimestre, per un aumento del 6%. Da parte sua Allergan ha dichiarato aumenti del 10% nel secondo trimestre.

Nel suo primo trimestre pieno dopo la conclusione dell'affare Actavis (cessione a Teva dei generici di Allergan), nel secondo trimestre 2015 Allergan ha registrato un fatturato di $ 5,76 mld, trainato da $ 632 milioni di vendite dell’antirughe Botox. Gli altri farmaci più venduti includono il trattamento dell'occhio secco Restasis e l’anti Alzheimer Namenda.

Pfizer ha chiuso il terzo trimestre con ricavi per $ 12,1 miliardi compresi $1,58 miliardi  dei vaccini anti pneumococco Prevnar e $ 947 milioni di Lyrica.

Un altro vantaggio che Pfizer potrebbe trarre dall'operazione sarebbe quello di abbassare l'incidenza fiscale. Allergan ha infatti sede a Dublino, dove le imposte sono più basse rispetto agli Stati Uniti. L'acquisizione di Allergan permetterebbe Pfizer di attuare una "inversione fiscale" spostando il suo domicilio dagli Stati Uniti all'Irlanda, una mossa che avrebbe lo scopo di tagliare l’imposizione fiscale. L'anno scorso Allergan ha pagato un'aliquota fiscale effettiva del 4,8 cento per il 25,5 per cento di Pfizer.

Naturalmente, se le cose andassero avanti, bisognerà vedere le reazioni del Governo americano forse non cosi desideroso di veder fuggire all'estero una delle Big Pharma più note, e un tax payer di non poco conto. Ian Read, a capo di Pfizer, potrebbe aver fatto i conti senza l'oste.