Pfizer compra da GlaxoSmithKline due vaccini antimeningite

Business
GlaxoSmithKline ha siglato un accordo con Pfizer del valore di $130 mln per la cessione di due vaccini quadrivalenti anti meningite, Nimenrix e Mencevax. L’accordo si chiuderà entro la fine dell’anno.

La casa farmaceutica britannica  ha reso noto che la cessione fa seguito all’impegno siglato con la Commissione Europea nell’ambito dell’accordo con il quale Gsk ha acquisito da Novartis il settore dei vaccini.

Tra i farmaci acquisiti da Gsk vi è anche il vaccino antimeningite Menveo ACWY attivo sui gruppi A, C, W135 e Y di Neisseria meningitidis per e il vaccino Bexero attivo sul meningococco B.ù
Nimenrix e Mencevax, che sono venduti unicamente al di fuori degli Stati Uniti, nel 2014 hanno generato vendite complessive per 54 milioni di dollari.

Pfizer fa notare che Nimenrix è stato lanciato tre anni fa ed è registrato e approvato per la vendita in 61 paesi in Europa, Canada, Australia e in mercati emergenti. Altre registrazioni per il prodotto sono in fase di revisione in 18 paesi in Africa, Asia, Europa dell'Est e Medio Oriente.

Parallelamente, Mencevax è attualmente approvato in 79 paesi in Africa, Asia, Australia, Europa, America Latina, Medio Oriente e la Nuova Zelanda. Il vaccino è indicato per l'uso in tutte le fasce di età a partire dai due anni di età.

"L'aggiunta di due vaccini innovativi e complementari al nostro portafoglio attuale ci permetterà di rispondere in modo più completo ai focolai di malattia meningococcica, nonché affrontare in modo proattivo un bisogno di salute pubblica critica", ha commentato Susan Silbermann, presidente dell'unità vaccini di Pfizer. Attualmente negli Stati Uniti Pfizer commercializza il vaccino Trumenba attivo contro il meningococco B vaccino, mentre lo scorso anno la società ha acquisito da Baxter il vaccino NeisVac-C per la protezione contro il sierogruppo C della malattia meningococcica.
SEZIONE DOWNLOAD