Pfizer ha deciso di realizzare una unità interamente dedicata al trattamento delle malattie rare. Questa struttura, che prenderà il nome di Rare Diseases Research Unit, si rivolgerà alle circa 6000 malattie orfane delle quali meno del 10% ha già un trattamento adeguato.

Pfizer intende sfruttare la propria esperienza in malattie rare, come l'emofilia, con le ricerche più avanzate che sta conducendo nel settore delle proteine terapeutiche.
Questa nuova struttura sarà guidata da Edward Mascioli, che fino a poco fa era a capo di Dapis Capital, una società di investimenti. In precedenza il manager è stato a capo dello sviluppo clinico della biotech Peptimmune e direttor medico di Parexel.

La nuova unità ha ricevuto il benestare della National Organization for Rare Disorders il cui responsabile, Peter Saltonstall, fa notare come vi siano decine di milioni di pazienti americani ed europei affetti da malattie rare e in attesa di trattamenti efficaci.