Con una mossa finalizzata a incrementare ulteriormente la sua pipeline di R & S e rafforzare il proprio impegno per le malattie rare, Pfizer ha acquisito dalla biotech americana Opko Health i diritti su una formulazione  long acting dell’ormone della crescita. Se il prodotto completerà lo sviluppo e arriverà in commercio, l’affare avrà un valore massimo di 570 milioni dollari.

Il farmaco hGH-CTP, che è attualmente in studio nei deficit dell'ormone della crescita e che si trova  in Fase II (bambini) e di Fase III (adulti), potrebbe offrire un grande vantaggio per i pazienti in quanto si tratta di iniezioni da farsi una volta alla settimana invece di una volta al giorno, come accade ora. Alleviare il peso delle iniezioni quotidiane potrebbe migliorare i risultati di aderenza al trattamento.

Spiegando il suo interesse per l'accordo, Pfizer ha detto che il mercato globale dell’ormone della crescita è attualmente stimato in oltre $ 3 miliardi di dollari, e ritiene che hGH-CTP "abbia il potenziale per essere il miglior ormone della crescita a lunga durata di azione".

Pfizer sborserà 295 milioni dollari in cash e altri 275 milioni dollari al raggiungimento di traguardi normativi per una licenza mondiale esclusiva per hGH-CTP, e riconoscerà a  Opko Health royalty o la condivisione dei profitti se il prodotto sarà messo in commercio.

Opko Health guiderà le attività cliniche e sarà responsabile per il finanziamento dei programmi di sviluppo per le indicazioni principali, mentre Pfizer sarà responsabile di tutti i costi di sviluppo per ulteriori indicazioni e tutti gli studi post-marketing. Il gigante farmaceutico finanzierà inoltre le attività di commercializzazione per tutte le indicazioni e condurre le attività produttive oggetto del piano di sviluppo globale.