Alcuni alti dirigenti di Pfizer hanno dichiarato che la società potrebbe perseguire tattiche ostili nel suo tentativo di acquisire AstraZeneca, che la scorsa settimana ha respinto la sua seconda offerta. Secondo fonti industriali anonime, un'offerta ostile potrebbe arrivare già a partire da da oggi.

La scorsa settimana Pfizer aveva alzato l’offerta inziale portandola a £50 per azione (84,47 dollari), per un controvalore totale di 63 miliardi di sterline (106,5 miliardi dollari). Pfizer pagherebbe le azioni per il 32-33% in contanti e per la restante parte con proprie azioni. Come noto, AstraZeneca ha rifiutato anche questa offerta.

Se Pfizer non riuscisse a far cambiare opinione al management di AstraZeneca allora potrebbe passare a un’offerta ostile.  Ma cos’è una scalata ostile? In sostanza, l’Offerta di Pubblico Acquisto ostile si ha tutte le volte in cui il CdA della società che dovrebbe essere acquisita non ritiene l'offerta conveniente. A questo punto l’acquirente (Pfizer in questo caso) si rivolge direttamente agli azionisti per comprare le azioni a un determinato valore, ovviamente superiore a quello di borsa.

Frank D' Amelio, Chief Financial Officer di Pfizer, ha affermato che "qualsiasi opzione cui si può pensare è un'opzione", alla domanda se la società potrebbe portare la sua proposta direttamente agli azionisti di AstraZeneca prima della scadenza 26 maggio fissato dalla legge per le acquisizioni del Regno Unito che richiede che Pfizer faccia un’offerta oppure abbandoni il progetto di Opa. Insomma, Pfizer non ha molto tempo.

Nel frattempo, il CEO di Pfizer Ian Read ha dichiarato che non pensa che un’offerta ostile potrebbe danneggiare le trattative per una fusione tra le società , dicendo che " a mio parere , tutto ciò che fa è il ritardo della pianificazione.

Ha poi aggiunto che “indipendentemente dal metodo utilizzato , una transazione probabilmente finisce in buoni rapporti perchè " entrambe le società sono piene di persone capaci che capiscono che  questa è l'organizzazione i cui lavorano e che vogliono rendere il più efficace possibile . " Read ha poi espresso il suo disappunto durante la presentazione dei risultati trimestrali di Pfizer alla riluttanza di AstraZeneca a negoziare. " Abbiamo ascoltato i loro azionisti e abbiamo fatto quello che pensavamo fosse un'offerta interessante che valorizza appieno AstraZeneca , " ha detto.

Ha infine aggiunto che l' acquisizione di AstraZeneca è "un modo di accelerare una già buona strategia . " Quando è stato chiesto se Pfizer si sarebbe rivolta a una società diversa se l'affare con AstraZeneca dovesse cadere, Read ha commentato che "in questo momento siamo concentrati a vincere il piano A ... Alla domanda “ci sono altre strategie?” ha risposto “Ci sono sempre altre strategie."