Pfizer, primi passi per la vendita di Animal Health?

Business
Secondo quanto riporta il Financial Times, Pfizer starebbe valutando la vendita del 19,9% della divisione aziendale dedicata alla salute degli animali (“Animal Health”). Da questa operazione finanziaria, la multinazionale farmaceutica americana intenderebbe incassare circa 3 miliardi di dollari. L'azienda non ha commentato la notizia.

Il gigante farmaceutico sta cercando di valorizzare al massimo il possibile spin off di questa divisione che complessivamente, secondo gli analisti del  Credit Suisse avrebbe un valore compreso tra  $14.7 mld e $18.4  mld.

La divisione Animal Health di Pfizer è la più grande al mondo in questo particolare settore della salute, dedicato alla cura degli animali da allevamento e da compagnia. Lo scorso anno ha generato ricavi per 4,184 miliardi di dollari, +17% sull’anno precedente. Detiene quindi circa il 20% del mercato mondiale dei farmaci veterinari che si stima abbia un fatturato di 20 miliardi di dollari.

Oltre allo spin off parziale, Pfizer starebbe valutando anche altre opzioni finanziarie tra le quali anche la vendita in toto, anche quest’ultima sembra meno probabile visti gli svantaggi fiscali cui andrebbe incontro. Nel giro di qualche mese l’azienda dovrebbe annunciare la decisione finale

Come supporto strategico in questa complessa operazione finanziaria, Pfizer ha incaricato la banca d’affari Morgan Stanley e la società di consulenza Centerview Partners.

In attesa che l’azienda prenda una decisione finale sul futuro di questa divisione, Pfizer Animal Health non sta ferma e ha recentemente comunicato di aver siglato un’alleanza con Hippolia, fondazione equina leader in Europa. La collaborazione sarà supportata da un investimento congiunto di 5 milioni di dollari statunitensi tra Hippolia e Pfizer per i primi tre anni e rappresenta il più grande consorzio di ricerca equina in Europa.

L'obiettivo è condividere risorse e competenze per accelerare i progressi nella medicina equina con innovazioni nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione di malattie che colpiscono la salute, il benessere e le prestazioni dei cavalli.

SEZIONE DOWNLOAD