Pfizer si divide in 3: farmaci innovativi, maturi e consumer

Pfizer ha reso noto che intende suddividere le sue attivitą in tre unitą: farmaci innovativi, farmaci maturi e assistenza sanitaria e farmaci per la consumer health. Le variazioni organizzative entreranno in vigore all'inizio dell'esercizio 2019.

Dopo che negli anni scorsi se ne era parlato tanto e quando sembrava che la decisione fosse stata accantonata oggi è arrivato l’annuncio ufficiale dell’azienda: Pfizer ha reso noto che intende suddividere le sue attività in tre unità: farmaci innovativi, farmaci maturi e assistenza sanitaria e farmaci per la consumer health.

Le variazioni organizzative entreranno in vigore all'inizio dell'esercizio 2019. Nel 2917 il fatturato globale di Pfizer è stato pari a $52,55 mld.


E’ prevista la costituzione anche di una nuova hospital business unità dedicata ai farmaci antiinfettivi e alle preparazioni iniettive sterili. Questa nuova unità si troverà all’interno dell’area farmaci innovativi che oltre ai farmaci brand a brevetto non scaduto comprende anche i biosimilari.

Questa trasformazione avviene dopo che nel mese di maggio Pfizer ha confermato di non aver ricevuto un'"offerta accettabile" per il settore dei farmaci di consumo, che aveva sottoposto a "revisione strategica" lo scorso ottobre. Sebbene si sia ipotizzato che l'unità potesse ancora essere scorporata, la riorganizzazione annunciata oggi suggerisce che Pfizer manterrà l'attività, almeno per il momento.

Sulla base dei risultati 2017, l'azienda ha detto che il business dei farmaci innovativi e la consumer health insieme comprendono circa tre quarti delle sue entrate.

"Questa nuova struttura rappresenta una naturale evoluzione di queste attività, data la costante forza dei nostri prodotti sul mercato e della nostra pipeline in fase avanzata di sviluppo e la prevista significativa riduzione dell'impatto delle perdite nella tutela brevettuale dopo il 2020", ha dichiarato Ian Read, Amministratore Delegato di Pfizer.

La mossa arriva un giorno dopo che l'azienda ha deciso di rinviare gli aumenti dei prezzi dei farmaci per non più di sei mesi, dopo che nei giorni scorsi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva criticato Pfizer e altri produttori di farmaci statunitensi per l'aumento dei prezzi di listino di alcuni farmaci.

L'unità farmaci maturi comprende la maggior parte dei marchi non più protetti da brevetto, tra cui Viagra. Pfizer ha dichiarato che a partire da dicembre 2018 è prevista la perdita di esclusività per Lyrica, il trattamento per il dolore neuropatico e la fibromialgia.