Fresca della recente quotazione in borsa che le ha fruttato $947 milioni, Quintiles ha siglato un importante e innovativo accordo di durata quinquennale finalizzato allo sviluppo clinico dei farmaci di Merck Serono, una divisione della tedesca Merck. Quintiles è il maggior fornitore al mondo di servizi in outsourcing per la commercializzazione e lo sviluppo di prodotti biofarmaceutici.

Questa collaborazione strategica è la prima del suo genere ad essere instaurata tra una società biofarmaceutica e un fornitore di servizi per il settore biofarmaceutico, e andrà a creare un processo completo che integra l'esperienza e le competenze di entrambe le organizzazioni in un singolo motore di sviluppo clinico ben allineato.

In effetti questo accordo comprende un livello di cooperazione inusuale e ben superiore a quello che normalmente viene messo in  atto tra una società farmaceutica basata sulla ricerca e una società di servizi. Le due aziende infatti lavoreranno insieme su tutti i progetti clinici, dalla fase I alla fase IV.

Oltre alle sinergie e al contenimento dei costi, per Merck vi è anche la possibilità di espandere i propri programmi di ricerca su base mondiale in modo da facilitare poi la successiva registrazione dei propri farmaci. A Merck Serono spetterà il ruolo di guida e di indirizzo della ricerca mentre Quintiles si farà carico della parte operativa. L’esperienza di Quintiles nello sviluppo clinico dovrebbe servire anche per velocizzare i programmi di ricerca.

Pochi giorni fa, Quintiles si è quotata alla borsa di Wall Street e ha immesso sul mercato oltre 23 milioni di azioni a un prezzo di 40 dollari ciascuna, per un controvalore di 947 milioni di dollari. Considerando che queste azioni rappresentano circa il 18% delle quote della società, e che il loro valore da $40 è già salito a oltre $45, ciò significa che la valutazione che la borsa da all’azienda è di circa 6,8 miliardi di dollari.   

Fondata nel 1982, Quintiles si era già quotata in borsa nel 1994 raccogliendo dagli investitori circa 35 milioni di dollari, 30 volte meno di oggi. Venne ri-privatizzata nel 2008 quando valeva circa $3,8 miliardi, una valutazione che in pochi anni si è quasi raddoppiata, con una performance ben superiore alla media del settore farmaceutico.     

Nel 2012 Quintiles ha generato ricavi per $4,87 miliardi, il 12% in più dell’anno precedente, e ha realizzato progetto in oltre 100 paesi. L’utile netto però è sceso del 27%, attestandosi a $176,6 milioni. Sarà per questo che la società ha da poco comunicato l’intenzione di ridurre di circa 400 posizioni la propria forza lavoro mondiale, che ammonta a 27mila unità.