Sono state le vendite estere a trainare i risultati di Recordati e a farle chiudere un ottimo 2008.
I ricavi consolidati sono stati pari a € 689,6 milioni, in incremento del 9,7% rispetto all'anno precedente. Le vendite farmaceutiche sono pari a € 658,4 milioni, in incremento del 10,8% e comprendono quelle delle società acquisite a fine 2007 appartenenti al gruppo Orphan Europe.
La crescita è determinata dalle vendite farmaceutiche internazionali (+17,7%) mentre le vendite in Italia segnano una flessione del 2,8%. Anche le vendite della chimica farmaceutica, pari a € 31,2 milioni, sono in contrazione dell'8,2%.

L'utile netto, pari a € 100,4 milioni, cresce del 18,3%, in misura superiore alla redditività operativa per la minore incidenza degli oneri fiscali.
Nel 2008 è stata accelerata una politica di espansione sui mercati europei attraverso l'acquisizione di piccole società o accordi di partnership.
Lo scorso anno sono state acquisite FIC e FIC Médical, società francesi con una organizzazione commerciale in Russia e in altri paesi della ex unione Societica, e Yeni Ilaç, azienda farmaceutica turca. Nel 2009 è stata acquisita Herbacos-Bofarma, azienda farmaceutica presente nella Repubblica Ceca e in Slovacchia.

Lo scorso anno è stata anche completata la procedura di mutuo riconoscimento europea per l'associazione fissa di lercanidipina ed enalapril; firmato un contratto di licenza esclusiva con Watson Pharmaceuticals per la commercializzazione in 29 paesi europei di Kentera, un sistema transdermico a base di ossibutinina; firmato un accordo di licenza semiesclusiva con Menarini per la commercializzazione di frovatriptan, farmaco indicato per il trattamento acuto di emicrania, in Francia e Grecia; siglato un nuovo accordo con Kowa Pharmaceutical Europe per la commercializzazione di pitavastatina in 7 paesi dell'UE, oltre a Turchia, Russia e i paesi della C.S.I.; depositata all'Emea la domanda di autorizzazione per silodosina, farmaco per il trattamento dei segni e sintomi della iperplasia prostatica benigna.