Renato Angelini è il nuovo Amministratore Delegato di Aegate Italia, azienda leader nella fornitura di servizi di autenticazione dei farmaci, che da anni opera in Italia e in tutta Europa con la più importante piattaforma digitale al mondo per il controllo dei medicinali in tempo reale.

Renato Angelini avrà il compito di far crescere ulteriormente in Italia l’azienda e i suoi servizi innovativi: il sistema Aegate, già integrato nel 90% delle farmacie italiane, permette infatti di creare una comunicazione diretta, reciproca ed interattiva tra il farmacista e le aziende farmaceutiche. Aegate assicura l’autenticità dei farmaci, bloccando i medicinali ritirati o scaduti, veicolando informazioni e messaggi per offrire un miglior servizio al paziente. 

Comasco, 52 anni, nel suo percorso professionale Angelini si è specializzato nelle aree vendite e ricerche di mercato. Ha ricoperto importanti incarichi ARTSANA Chicco SpA, Gruppo MET, Medipragma e Dendrite. Dal 2008 Angelini ha lavorato in Cegedim Italia, prima come Sales Director e poi come Direttore dell’intera Business Unit “Customer Information”.

"Sono entusiasta del mio incarico in Aegate, società che opera nel settore dell’Healthcare in modo avveniristico” ha commentato Renato Angelini. “Aegate, grazie alla sua rete digitale che lavora in tempo reale, permette di informare immediatamente tutti gli attori della filiera farmaceutica per valorizzare le competenze del farmacista e migliorare la salute del paziente. Un enorme potenziale, che io vorrei incentivare anche attraverso la collaborazione con i principali stakeholder del settore in Italia.”

“La nomina di Renato Angelini coincide con una fase di ulteriore rapida crescita per Aegate in Italia, e di sviluppo dei servizi commerciali delle farmacie e del settore farmaceutico” commenta Mark De Simone, CEO di Aegate. “Con il suo canale di interazione digitale, Aegate ha reso possibile la verifica immediata di 2,7 miliardi di confezioni di medicinali, offrendo al farmacista e al cliente la migliore informazione al punto di dispensazione e proteggendo così oltre 17 milioni di pazienti in tutta Europa. Renato avrà l’importante incarico di potenziare i nostri servizi e attività in Italia, Paese per noi strategico”.