Roche mette in vendita 4 stabilimenti tra cui quello italiano di Segrate

Roche ha annunciato l'intenzione di ristrutturare la sua rete di fabbricazione di piccole molecole. Il gruppo farmaceutico di Basilea prevede di cedere quattro siti di produzione situati a Clarecastle (Irlanda), Leganes (Spagna), Segrate (Italia) e Florence (Stati Uniti). Quello italiano è situato a Segrate, vicino a Milano, dove lavorano 380 persone.

Roche ha annunciato l’intenzione di ristrutturare la sua rete di fabbricazione di piccole molecole. Il gruppo farmaceutico di Basilea prevede di cedere quattro siti di produzione situati a Clarecastle (Irlanda), Leganes (Spagna), Segrate (Italia) e Florence (Stati Uniti). In quello italiano, situato a Segrate, vicino a Milano, lavorano 380 persone.

La misura interessa circa 1200 posti di lavoro, ha precisato Roche in una nota. Per limitare il più possibile le soppressioni di posti di lavoro, il gruppo ricerca attivamente potenziali acquirenti per tutte le strutture.

"Questa decisione si è resa necessaria nell’ambito della revisione, annunciata a livello globale, della rete produttiva dei farmaci small molecules, come conseguenza dell’evoluzione del proprio portfolio, basato su farmaci per terapie mirate, prodotti in volumi minori", spiega in una nota l'azienda.

“E’ stata una decisione a livello globale certamente difficile, che in Italia ci lascia amarezza considerando l’impegno profuso, le risorse investite e il lavoro svolto in oltre 15 anni presso il nostro sito di Segrate - commenta Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato Roche S.p.A -. Intendiamo affrontare questa transizione in modo trasparente e responsabile". Roche è in contatto "con diversi interlocutori affidabili, potenzialmente interessati a esaminare l’opportunità di acquisizione del sito", precisano i vertici aziendali.

Roche precisa poi che saranno organizzate discussioni con i rappresentati dei dipendenti dei paesi interessati dalla ristrutturazione e attuerà anche un processo di consultazione

"Questa decisione - conclude la nota del Gruppo - non avrà alcun impatto sulla struttura amministrativa e commerciale di Roche S.p.A., che oggi conta oltre 600 persone nella sede di Monza e sul territorio". Roche ha già informato i rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni.

L'operazione prenderà avvio nel 2016 e dovrebbe essere ultimata entro il 2021. I costi della ristrutturazione sono valutati a 1,6 miliardi di franchi.

Da notare che Roche investirà 300 milioni di franchi nella sua fabbrica di Kaiseraugst in Argovia, dove produrrà una nuova generazione di medicinali appoggiandosi su piccole molecole.