La svizzera Roche ha deciso che non continuerà a commercializzare l'antiacne Accutane (isotretinoina) negli Stati Uniti. La decisione è stata presa alla luce dell'erosione delle vendite determinata dalle versioni generiche del farmaco, disponibili dal 2002, che adesso dominano il mercato lasciando al farmaco di Roche il 4-5% delle vendite. Teva (54% di questo mercato) e Mylan (23%) hanno affermato che continueranno a vendere le versioni generiche del farmaco.
L'ultimo giorno di distribuzione del farmaco in Usa è stato il 25 giugno. Il farmaco è già stato ritirato in altri 11 paesi, tra cui Francia, Danimarca, Austria, Germania, Portogallo, Norvegia e Spagna.

Benchè molto efficace, isotretinoina necessita di un attento programma di monitoraggio perché può causare gravi reazioni avverse nelle donne in gravidanza, come difetti alla nascita e morte fetale, ed essere causa di depressione e suicidio. L'azienda ha dovuto affrontare numerose cause legali collegate agli effetti collaterali del farmaco, di cui circa 5mila sono ancora in corso.
Accutane è stato messo in commercio  nel 1982 e da allora è stato utilizzato da 13 milioni di persone.