Sanofi, accordo con la coreana Hanmi per nuovo GLP-1 mensile

Sanofi ha ottenuto i diritti globali per efpeglenatide, un agonista sperimentale del recettore per il GLP-1 sviluppato dalla coreana Hanmi Pharmaceutical per la terapia del diabete di tipo 2. Il farmaco ha la caratteristica di poter essere somministrato una sola volta al mese. L'accordo ha un valore massimo potenziale di 3,9 miliardi di euro ($ 4,2 miliardi).

Sanofi ha ottenuto i diritti globali per efpeglenatide, un agonista sperimentale del recettore per il GLP-1 sviluppato dalla coreana Hanmi Pharmaceutical per la terapia del diabete di tipo 2. Il farmaco ha la caratteristica di poter essere somministrato una sola volta al mese. L’accordo ha un valore massimo potenziale di 3,9 miliardi di euro ($ 4,2 miliardi).

Sanofi effettuerà un pagamento anticipato di 400 milioni di euro ($ 434 milioni) a Hanmar, che ha il diritto di ricevere fino a 3,5 miliardi di euro ($ 3,8 miliardi) qualora vengano raggiunte le milestones di sviluppo, registrazione e vendita, e riceverà anche royalties a due cifre sulle vendite nette.

L'accordo comprende anche lo sviluppo di un’insulina a somministrazione settimanale e una combinazione fissa di GLP-1-RA / insulina ad azione settimanale. Efpeglenatide ha completato la Fase II, mentre gli altri farmaci sono in Fase I.

I nuovi farmaci in sviluppo sfruttano la tecnologia proprietaria di Hanmi che prende il nome di LAPSCOVERY (Long Acting Proteina / peptide Discovery), una tecnologia che prolunga la durata d'azione di farmaci biologici.

Secondo Bloomberg Intelligence, a livello mondiale, le vendite di farmaci per la cura del diabete cresceranno a un tasso del 9 per cento annuo per raggiungere i 55 miliardi di dollari nel 2018. La crescita è trainata dalla crescente prevalenza della malattia e dall’utilizzo di nuovi farmaci, in particolare delle  insulina long acting, dei farmaci che hanno come bersaglio il SGLT-2 e GLP-1.