Sanofi-aventis ha siglato un accordo del valore massimo di 2,2 miliardi di dollari per esternalizzare una parte della propria ricerca e sviluppo affidandola al gruppo Covance.  Quest'ultima è una delle più importanti contract research organisation (CRO) mondiali, presente in 60 paesi e occupa circa 10mila persone.
Scopo dell'accordo, è la riduzione dei costi della ricerca e il miglioramento dello sviluppo clinico.

Secondo quanto si legge nel comunicato aziendale,  Covance fornirà i propri servizi di ricerca e sviluppo nelle aree di tossicologia, chimica e sviluppo clinico (dalla fase I alla IV) e assisterà Sanofi nella sua trasformazione del modello di ricerca. I centri di ricerca di Porcheville (Francia) e Alnwick (UK) verranno ceduti a Covance per una somma di 25 milioni di dollari con l'accordo che i livelli occupazionali saranno salvaguardati per i prossimi 5 anni.

Da quando è arrivato alla guida di sanofi, nel dicembre del 2008, Chris Viehbacher ha reso più snella la ricerca e sviluppo, ha ridoto i livelli gerarchici da 11 a 6 e ha modificato molte posizioni occupazionali.

Lo scorso mese di febbraio, Eli Lilly aveva siglato un accordo con Covance dalle caratteristiche simili e del valore di 1,6 miliardi di dollari.