Sanofi-aventis ha annunciato la firma di un accordo di collaborazione e licenza globale con Novozymes per lo sviluppo e la commercializzazione di un potenziale nuovo antibiotico. Il farmaco candidato è un peptide antimicrobico denominato plectasina NZ2114, attivo nel trattamento di infezioni gravi quali le polmoniti e le setticemie causate da batteri quali Staphylococcus e Streptococcus.

Secondo i termini dell'accordo, sanofi-aventis avrà in esclusiva la licenza per lo sviluppo, la registrazione e la commercializzazione del farmaco in tutto il mondo. Le due aziende opereranno in sinergia per lo sviluppo e l'avviamento della produzione su scala commerciale del principio attivo di plectasina NZ2114, con il proposito di introdurre un processo di biosintesi ricombinante basato sulla tecnologia brevettata da Novozymes.

Plectasina NZ2114 è una variante della plectasina, nuova classe di antimicrobici attiva contro batteri Gram-positivi quali ad esempio Staphylococcus e Streptococcus, sia sensibili sia resistenti alle attuali terapie antibiotiche.
«L'innovativo meccanismo d'azione di plectasina NZ2114 la rende potenzialmente attiva contro i batteri resistenti alle terapie attualmente disponibili» ha aggiunto Marc Cluzel, vicepresidente esecutivo Ricerca e sviluppo di sanofi-aventis. «Prevediamo di sviluppare plectasina NZ2114 per il trattamento di infezioni gravi quali la polmonite, la setticemia e le sepsi complicate della cute e dei tessuti molli».