Sanofi-Aventis, starebbe cercando un acquirente per la propria business americana specializzata in farmaci per la dermatologia. Lo ha recentemente confermato un portavoce dell’azienda francese. Un primo giro di pretendenti sarebbe già stato fatto e l’affare potrebbe valere una somma vicina ai 300 milioni di euro. La Deutsche Bank AG sta coordinando le trattative.

Tra i farmaci commercializzati da questa business unit vi è l’antirughe Sculptra Aesthetic. Il valore di questa divisione è stato intaccato dalla disponibilità di versioni generiche dell’antiacne BenzaClin, uno dei farmaci di punta di Sanofi in quest’area.

Sanofi-Aventis intende focalizzarsi nelle aree in cui l’azienda è più competitive, quali la diabetologia, l’oncologia e la cura della fibrillazione atriale. E’ probabile che siano delle società di private equity ad aggiudicarsi questa divisione, per poi riorganizzarla e rivenderla.

Già nel 2009, l’amministratore delegato di Sanofi, Chris Viehbacher, aveva affermato che si trattava di un business troppo piccolo, senza le necessarie economie di scala. O veniva rafforzato, attraverso acquisizioni, oppure sarebbe stato meglio venderlo. Evidentemente la strada scelta è la seconda, che consente anche di raccogliere risorse per ripagare l’acquisizione di Genzyme, costata 20,1 miliardi di dollari.