Sanofi: lancia offerta per Medivation del valore di 9,3 mld dollari

Il gruppo francese Sanofi ha lanciato un'offerta di acquisto per la biotech statunitense Medivation al prezzo di 52,50 dollari per azione, in contanti, valorizzando il gruppo con sede a San Francisco per circa 9,3 miliardi di dollari. L'offerta riconosce un premio del 50% rispetto alla media dei valori di borsa della società registrati negli ultimi due mesi.

Il gruppo francese Sanofi ha lanciato un'offerta di acquisto per la biotech statunitense Medivation al prezzo di 52,50 dollari per azione, in contanti, valorizzando il gruppo con sede a San Francisco per circa 9,3 miliardi di dollari. L’offerta riconosce un premio del 50% rispetto alla media dei valori di borsa della società registrati negli ultimi due mesi.

"Grazie alla eccellenza delle soluzioni Medivation nel cancro della prostata, crediamo che una fusione con Medivation possa portare beneficio per i pazienti e, allo stesso tempo creerebbe valore per gli azionisti di entrambe le societa'" ha detto il ceo di Sanofi, Olivier Brandicourt, in un comunicato.

La biotech californiana è una preda interessante visto che possiede i diritti di marketing negli Stati Uniti per l'anticancro Xtandi (di cui Astellas possiede i diritti in Europa), un farmaco sviluppato dalla stessa Medivation e il cui principio attivo è l'enzalutamide, sempre più utilizzato per il cancro della prostata in fase avanzata.

Tra i farmaci in pipeline, da segnalare l'anticancro talazoparib i cui promettenti dati di fase I sono appena stati presentati a New Orleans al congresso annuale dell'American Association for Cancer Research. Associato alla chemioterapia a basse dosi, talazoparib ha determinato una risposta obiettiva nel 57% delle 40 donne con tumore dell'ovaio trattate col farmaco.

Altro prodotto interessante di Medivation è pidilizumab, studiato per il linfoma diffuso a grandi cellule B, attualmente in fase II, anche se di recente l'Fda ne ha chiesto la momentanea sospensione degli studi.

Nei giorni scorsi era girata voce di un possibile interesse di AstraZeneca per Medivation. Vedremo adesso se l’azienda britannica rilancerà oppure se si farà da parte.